Cerca

Fini apre all'Islam

"Basi solide per dialogare"

21 Ottobre 2009

24
Fini apre all'Islam

Gianfranco Fini apre di nuovo all’islam: Ci sono "basi solide per poter dialogare" con il mondo musulmano”, sottolinea il presidente della Camera, aprendo a Montecitorio la conferenza ‘Il consolidamento del dialogo tra l'Occidente e il mondo musulmano’, nell'ambito delle Giornate del Consiglio di cooperazione dei Paesi arabi del Golfo. Fini si è detto certo che “un'azione comune possa costituire per tutto il mondo un punto di riferimento capace di affrontare, sul piano internazionale, le più gravi crisi regionali e quindi favorire, sul piano interno, la convivenza e l'integrazione”; la religione, d’altra parte, "è amore, umanità, spiritualità: è sentire le affinità, non evidenziare le differenze”. La sua finalità è tendere ad associare, non a dividere. L’integralismo, l’odio e il razzismo sono la negazione della religione".

 

“Nell'età della globalizzazione, dell'interdipendenza e delle migrazioni, le civiltà, le religioni, le culture - ha proseguito Fini - sono una ricchezza insostituibile perché sono il contraltare dell'omologazione e del pensiero unico. Globalizzazione non può significare pensiero unico. La mediazione politica può contribuire a superare la cultura della paura e del sospetto, ma anche quella della disperazione e del rancore. Occorre però preventivamente sgombrare il campo da una serie di equivoci e di malintesi che hanno sinora rappresentato motivi di incomprensione ed hanno ridotto le potenzialità del dialogo”. “Dal punto di vista occidentale, credo che il confronto con il mondo musulmano abbia sofferto dell'andamento dei processi di secolarizzazione del XX secolo che hanno delineato un modello di Stato laico e di diritto assolutamente imprescindibile nella società contemporanea, ma hanno talora indotto a svalutare la dimensione religiosa dell'agire umano. In Europa la riduzione dell'esperienza religiosa a vicenda privata di coscienza - anche se contrastata dalla Chiesa cattolica- ha reso più difficile comprendere la portata dell'islamismo nella società. Infine, è stata a lungo ignorata, se non negata, la frustrazione politica vissuta dal mondo arabo rispetto all'epoca della colonizzazione”. La terza carica dello Stato spiega che non è un caso che "le tre religioni del libro condividano il valore centrale della persona umana nel suo rapporto con il Dio unico". "La storia delle relazioni tra l'Occidente e il mondo musulmano conferma che la fede religiosa è stata causa di guerre e di conflitti non per ragioni sue proprie, ma perché utilizzata e strumentalizzata nel corso dei secoli a fini politici di espansione e di egemonia -  continua Fini - gli attacchi del terrorismo fondamentalista, che non hanno risparmiato nessuna parte del mondo sono stati l'ultima mistificazione in cui la religione è stata invocata a sostegno di una volontà di sopraffazione". "Il cinico e criminale piano dell'estremismo non è però riuscito", continua Fini puntualizzando che, "all'indomani dell'11 settembre, il mondo si è ritrovato più unito e solidale. E' stata smentita la teoria di un inevitabile conflitto tra le civiltà in cui l'Occidente e l`Islam si sarebbero dilaniati".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Arturo1952

    25 Ottobre 2009 - 22:10

    Per motivi di lavoro di mio padre la mia famiglia ha vissuto in Libia, il paese che ha inventato l'integralismo islamico, dal 1967 al 1989. Consiglierei all'On. Fini un soggiorno di pari durata, dopodiché potrà essere autorizzato a fare certe affermazioni, se le riterrà ancora valide.......

    Report

    Rispondi

  • mi3148

    25 Ottobre 2009 - 13:01

    Parla con Magdi Allam, leggi le cronache di quelle ragazze sgozzate dai genitori perchè vivevano all'occidentale o volevano frequentare ragazzi europei; il tentativo di farsi esplodere a Milano è un'altro aspetto di questi musulmani che da anni vivono qui e non ne vogliono sapere del nostro aiuto ad integrarsi, ma sfruttare la nostra democrazia per avvantaggiarsi e soddisfare quello che vogliono. Io ho lavorato una vita, ho pagato contributi, ho fatto scioperi per lo statuto dei lavoratori, la casa, il lavoro, la sanità, la scuola ecc. e tu FINI vuoi dare cittadinanza, voto, a questi soggetti che ci disprezzano e che sono mine vaganti per la nostra libertà. Basta! DIMETTITI e vai tu in Arabia o in Marocco o dove vuoi, ma non portarci più gente che disprezza il nostro vivere e tenta d'imporci i propri voleri sfruttando i buchi della nostra democrazia.

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    24 Ottobre 2009 - 11:11

    fa bene fini ad aprire all'islam. e' una prova non per oi ma per l'islam. ma voi pensate che quelli che professano l'islam oggi cosi' integralmente possano continuare fino a convincere noi italiani, dico italiani, a diventare islamici. si sara' possibile ma per gli uomini per semplici ragioni come quella di aspirare ad avere quattro mogli, a pregare 5 volte al giorno, dopo essersi lavati i piedi le mani ed il viso con acuqa fredda, quella di far un mese di digiuno, quella di mettere il burca alle proprie mogli e magari quelle di credere di essere autorizzati a lapidare e scannare le prorie donne figlie e mogli che siano se commettono atti impuri senza essere autorizzate. e voi pensate che le donne mussulmane dopo aver vissuto in italia, dico in italia, ed assere state a contatto con le comunita' di integrazione possano continuare e vivere come nel medioevo???. non ci credero'. conosco molto bene i mussulmani. sono come noi cristiani ed ebrei e come tutti gli esseri umani normali che anelano alla liberta'. ci sapremo dire. il voto e la cittadinanza va bene ma a tempo utile e sopportabile attesa e a persone che vogliono lavorare ed inserirsi onestamente senza delinquere. il resto siamo tutti eguali tanto guardate le religioni monoteiste sono tutte di una origine viste e rivedute a secondo dei tempi. non sono solo gli ebrei che depositari delle sacre scritture originali non le hanno mai osservate in toto. ragazzi e' troppo difficile la vita vera e' un altra cosa. provate andare ad una banca muslim e vedrete se non vi fanno pagare i diritti ed i servizi ed anche gli interessi. magari li chiamano con un altro nome ma sempre interessi sono. credo che dio non sia disposto a farsi prendere in giro. cambieranno cambieranno tutti come sono sempre cambiati anche se vorrebbero fare credere diversamente. chi ci rimettera' saranno i giovani che non capiranno piu' una sega.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media