Cerca

Per FareFuturo la maggioranza

può diventare anche dittatura

1 Dicembre 2009

28
Per FareFuturo la maggioranza
FareFuturoWebmagazine non le manda a dire. «Forse i troppi demagoghi che circolano impunemente dovrebbero tornare su banchi di quinta elementare per capire che, per dirsi democratici, non basta appellarsi al popolo. Per capire che la maggioranza non può decidere qualsiasi cosa, che la democrazia moderna è fatta anche di principi inviolabili, intoccabili anche da una maggioranza assoluta. Maggioranza che può diventare vera e propria dittatura», si legge oggi nell'editoriale del direttore Filippo Rossi. Che chiede ai cattivi maestri di «ritornare alle basi, all'abc (all'abbecedario, anzi), per comprendere che no, i numeri in democrazia non sono tutto, che c'è dell'altro, che ci deve essere dell'altro, che non può non esserci altro». «Un altro -scrive Rossi- magari impalpabile ma, proprio per questo, importantissimo, essenziale: perché è l'anima della democrazia. Non la forma esteriore. È l'abc, ma forse vale la pena ribadirlo per non cedere alle sirene di una propaganda che rischia di diventare pura e semplice menzogna. Che rischia di far credere che il popolo può decidere su tutto, sui diritti inviolabili, sulla libertà degli individui, sull'uguaglianza e sulle opportunità. Il popolo la vuole? Allora qualsiasi nefandezza diventa giusta, legittima, possibile. Non è così, e lo sa anche un bambino. Soprattutto un bambino», conclude Rossi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jaguar1996

    08 Dicembre 2009 - 17:05

    Forse è l'arrogantissimo prof. Rossi che dovrebbe tornare non in quinta elementare, ma all'asilo. Infatti la maggioranza eletta ha il pieno diritto di givernare, nell'ambito dele leggi vigenti, ed in primo luogo della legge fondamentale, e cioè della costituzione: punto e basta. Se poi il chiarissimo professore vuole insinuare che la maggioranza attuale, nella sua azione di governo, ha violato l'ordinamento giuridico-costituzionale vigente, allora presenti una documentata denuncia alla più vicina procura della repubblica: probabilmente troverebbe orecchie benevole...

    Report

    Rispondi

  • pietro1948gmail.com

    08 Dicembre 2009 - 17:05

    Il potere non è del popolo. Lo sapevamo già. Non lo è mai stato. Il popolo può solo cercare di sostituire il potente di turno con un altro. Ebbene, io vi dico che Berlusconi mi sta bene. Non voglio sostituirlo con un banchiere, con un magistrato, con l'editore di un giornale e nemmeno con un cardinale. Fini non è cambiato, non gli fate torto. Blandire gli extracomunitari è continuare l'obiettivo del potere personale con altre vie.

    Report

    Rispondi

  • enrico1307

    07 Dicembre 2009 - 18:06

    Con i se, con i ma, e i forse e i potrebbe ecc., ecc., non si va da nessuna parte, anzi non si costruisce "nessun futuro", non mi sembra che questa maggioranza voglia fare tutto da sola, anzi mi sembra il contrario, anche perchè una sua parte non vuole fare proprio niente!!! Forse bisognerebbe che queste considerazioni, Fare Futuro le spiegasse all'opposizione, se non rammento male, il titolo V della Costituzione è stato modificato dall'attuale opposizione, qundo era al governo, senza nessun accordo con l'opposizione(Attuale maggioranza) d'allora, e nessuno ha mosso un dito, dov'erano allora Fini? e i signori di Fare Futuro?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media