Cerca

A gamba tesa

Decreto Sicurezza, monsignor Bagnasco: "Sì alla obiezione di coscienza", la Chiesa con Orlando e De Magistris

5 Gennaio 2019

1
Decreto Sicurezza, monsignor Bagnasco: "Sì alla obiezione di coscienza", la Chiesa con Orlando e De Magistris

Dalla Chiesa "sì all'obiezione di coscienza" dei sindaci ribelli contro il Decreto sicurezza. È il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente dei Vescovi europei, a entrare a gamba tesa contro Matteo Salvini dopo la rivolta di Leoluca Orlando a Palermo e Luigi De Magistris a Napoli.

"Penso che nessuno voglia essere sovversivo, però ci sono dei problemi che richiedono anche dei giudizi di coscienza", ha spiegato monsignor Bagnasco ai giornalisti. I sindaci "dovranno prendere le loro decisioni, verificarle ai livelli giusti e, comunque, l'obiezione di coscienza è un principio che viene riconosciuto, mi pare". "L'obiezione di coscienza riguarda obiezioni e valutazioni personali in merito a delle situazioni concrete - ha proseguito il cardinale -. Ognuno prenderà le proprie decisioni, sempre nel rispetto naturalmente di quello che è l'ordinamento. A me interessa che le persone che hanno un bisogno vero, serio e onesto possano trovare un aiuto perché fuggono da situazioni disperate. Essendo una cosa personale, bisogna che ognuno pensi a quello che ritiene, ripeto, all'interno dell'ordinamento generale". E pazienza se l'obiezione, rigorosamente anti-Salvini, manda in pezzi una legge dello Stato ma va nella direzione auspicata dalle tante associazioni, molte delle quali di orientamento cattolico, interessate dal "business dell'accoglienza e dell'integrazione". 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • maxtex

    05 Gennaio 2019 - 14:02

    Business is business of course!

    Report

    Rispondi

Crisi di governo, Mattarella: "Altro tempo ai partiti per trovare un'intesa"

Luigi Di Maio, ovazione dei Cinque stelle al suo arrivo all'assemblea dei gruppi pentastellati
Consultazioni al Quirinale, Matteo Salvini attraversa i corridoi per arrivare da Sergio Mattarella
Silvio Berlusconi: "Non vi dico come Merkel e Macron commentavano Lega e M5s"

media