Cerca

Parole pesanti

Legittima difesa, il sottosegretario Nicola Molteni gela il tabaccaio di Ivrea: "Se ha sparato alle spalle..."

12 Giugno 2019

5
Legittima difesa, il sottosegretario Nicola Molteni gela il tabaccaio di Ivrea: "Se ha sparato alle spalle..."

Si complica la posizione del tabaccaio di Pavone Canavese, alle porte di Ivrea, che ha sparato a un ladro entrato nel suo negozio di notte, uccidendolo. L'autopsia ha rilevato come il colpo di fucile sia partito dall'alto (dall'abitazione del tabaccaio) e abbia colpito alle spalle il ladro, mentre si stava allontanando.



Una ricostruzione che smentisce la versione del negoziante e che potrebbe rendere inapplicabile la nuova legge "a maglie larghe" sulla legittima difesa voluta dalla Lega. Se è vero che il ministro degli Interni Matteo Salvini ha ribadito di essere comunque vicino al chi il furto lo ha subito, il suo sottosegretario al Viminale e fedelissimo Nicola Molteni chiarisce alcuni punti: "La nostra è una legge che andava fatta, perché andava affermato il diritto di difesa all'interno delle nostre case. Non è pensabile che chi viene colpito sia costretto anche a risarcire il ladro, qualora reagisca", spiega al Messaggero. Ma il caso di Ivrea, al netto delle successive verifiche degli inquirenti, a oggi sembra differente: "È chiaro che la legge sulla legittima difesa evidentemente non scatta se spari alle spalle. Era così anche prima. Ed è per questo che la vera importanza sta nella prevenzione, proprio perché bisogna evitare che simili episodi accadano".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GGabrieleG

    13 Giugno 2019 - 13:01

    Legittima difesa non significa legittima rappresaglia. La difesa è legittima quando è in pericolo la propria incolumità. Punto. Il resto è giustizia privata, tutta un'altra faccenda. Sembra che il delinquente sia stato scoperto, processato, condannato e giustiziato sul posto. Da un tabaccaio. Se questo va bene...

    Report

    Rispondi

  • Ermete Trismegisto

    12 Giugno 2019 - 17:05

    Facile mantenere la calma quando uno viene svegliato alle tre di notte da una banda di slavi...e pensare a come si sentiva dopo tutti i furti subiti. Dopo essere stato visitato da una gruppo di zingari e da un albanese acrobata, appena sento un rumore fuori posto mi sveglio

    Report

    Rispondi

  • levantino

    12 Giugno 2019 - 15:03

    Il tabaccaio dopo i furti subiti,se ha sparato dal balcone ha fatto bene. I Salomone di oggi,la pensano diversamente (cornuto e mazziato,direbbero a Napoli). Ma se il ladro se ne stava a casa propria,anziché andare a rubare per l'ennesima volta,tutto questo non sarebbe successo. Hanno fatto bene i concittadini a indire il corteo. Bisognerebbe,farlo più spesso,dove capita,capita.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media