Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Simon Gautier trovato morto in Cilento: la fine orrenda dell'escursionista francese scomparso dal 9 agosto

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

È stato trovato morto in un burrone Simon Gautier, il 27enne escursionista francese disperso nei giorni scorsi nel Cilento. Il suo corpo è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in una zona di Belvedere di Ciolandrea, nel comune di san Giovanni a Piro, in provincia di Salerno. Il ragazzo, per cui sono arrivati dalla Francia amici e famiglia per contribuire alle ricerche, si era perso 9 giorni fa nella zona del golfo di Policastro. Tracce di sangue erano state rinvenute in prossimità della spiaggia della Molara di Scario e sarebbero state esaminate nelle prossime ore nel laboratorio di analisi dell'ospedale di Vallo della Lucania, per verificare se appartenessero al gruppo sanguigno di Gautier. A dare l'allarme era stato lo stesso Simon, telefonando al 118 venerdì 9 agosto, verso le 9 del mattino. Aveva riferito di essere ferito alle gambe per essere caduto in un dirupo. "Mi potete aiutare. Sono caduto, ho due gambe rotte", dice il giovane, che dice di non sapere dove si trova e chiede di essere localizzato. "Non vi possiamo localizzare, siete in casa, per strada, da solo?", gli domanda l'operatore del 118. "In realtà sono in campeggio, o meglio sto camminando da solo". "Lei è caduto in una scarpata o in pianura?". "No, in scarpata, mi potete aiutare?". Era stato questo il colloquio telefonico, che aveva subito rilevato la difficoltà dei soccorsi. L'escursionista francese era giunto in treno alla stazione ferroviaria di Policastro e avrebbe dormito in tenda sulla spiaggia di Scario. Era diretto a Napoli. 

Dai blog