Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Lombardia, Giulio Gallera: "Più del doppio dei casi a Milano". Ricoverato il braccio destro dell'assessore

  • a
  • a
  • a

Giulio Gallera snocciola i dati dell’ultimo bollettino che riguarda la Lombardia, definita dall’assessore “un caso unico” per il numero di contagi ma anche per la reazione straordinaria all’epidemia da coronavirus. “I dati di oggi purtroppo segnano una crescita significativa”, dice Gallera prima di rivelarli: 34.790 contagi totali, un incremento di 2.443 rispetto a ieri quando invece erano stati 1.643. Le persone ricoverate sono diventate 10.681 (+655, il doppio rispetto a 24 ore fa), delle quali 1.263 (+27) in terapia intensiva. La bella notizia è che cresce anche il numero di guariti: sono 7.839, incremento record di 1.501 in un solo giorno. I decessi continuano ad essere tanti: se ne sono aggiunti altri 387 per un totale di 4.861.

Inoltre a Milano i casi sono aumentati quasi del doppio nel giro di 24 ore: adesso sono 6.922 (+848). “Quando ho visto questo dato così grosso - ha rivelato Gallera - ho chiamato i direttori degli ospedali di Milano che però non hanno evidenziato una crescita così importante di accessi ai pronti soccorso, che sono stabili rispetto ai giorni precedenti. Quindi potrebbero essere i molti più tamponi che sono stati fatti, ma non i ricoveri aumentati”. Inoltre è arrivata la notizia del ricovero di Luigi Cajazzo, risultato positivo al coronavirus: si tratta di uno dei più stretti collaboratori dell’assessore regionale, nonché una delle persone che più si è occupata dell’emergenza sanitaria dall’alto del suo ruolo di direttore generale dell’assessorato al Welfare.

Dai blog