Cerca

Artissima Torino

Henkel & Petegoff vincono il Premio Reda

7 Novembre 2015

0
Henkel & Petegoff vincono il Premio Reda

Ercole Botto Poala, Ceo di Reda

Artissima 2015 si arricchisce di un nuovo award: il Premio Reda, rivolto agli artisti sotto i 35 anni che usano la fotografia come mezzo espressivo. Al Premio, che è stato vinto da Calla Henkel & Max Petegoff, hanno partecipato gli artisti delle gallerie presenti ad Artissima nelle sezioni Main Section, New Entries e Present Future.

Il Premio, che è stato assegnato venerdì 6 novembre al Meeting Point all’interno dell’Oval, si propone di sostenere la ricerca delle nuove generazioni di artisti che utilizzano il linguaggio fotografico in modalità inedite e sperimentali. Lo scopo è dare spazio e visibilità a questa forma di espressione artistica, con particolare attenzione ai talenti emergenti.

Il vincitore è stato selezionato da una giuria internazionale di esperti di fotografia: Florian Ebner (Museum Folkwang, Essen), Cristiano Raimondi (NMNM, Monaco), Francesco Zanot (Camera – Centro Italiano per la Fotografia, Torino), Philip e Rosella Rolla (collezionisti, Fondazione Rolla, Svizzera) e Giovanna Silva (Humboldt Books, Milano), e avrà la possibilità di realizzare una pubblicazione monografica presso il prestigioso editore del settore Humboldt Books.

Il Premio prende il nome dal Lanificio Reda, azienda leader nella produzione di tessuti pregiati in pura lana merino, che da quest’anno è tra gli sponsor di Artissima. L’azienda ha sede a Valle Mosso, paese incastonato tra le Prealpi Biellesi, ed è una realtà non estranea al mondo della fotografia. Quest’anno infatti, in occasione dei propri 150 anni, ha commissionato a Magnum Photos il volume “150”, narrazione fotografica – poi oggetto di una mostra che da Milano si è spostata a Londra, New York ed infine a Berlino - della storia e del presente del lanificio, realizzata da cinque importanti fotografi della prestigiosa agenzia internazionale fondata nel 1947 da alcuni tra i migliori fotografi e reporter internazionali come Henri Cartier-Bresson, Robert Capa e David Seymour.

Con l’istituzione del Premio Reda, Artissima porta i suoi premi da cinque a sei, continuando ad arricchire la programmazione e ribadendo la vocazione della fiera alla ricerca e alla promozione dei giovani talenti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media