Cerca

Incubo giallorosso

Vittorio Feltri e l'inciucio di Pd e M5s: "Ennesimo imbroglio ai danni degli italiani che sognavano il voto"

28 Agosto 2019

5
Vittorio Feltri e l'inciucio di Pd e M5s: "Ennesimo imbroglio ai danni degli italiani che sognavano il voto"

Perfino i ciechi e i sordi, forse anche i deficienti, hanno capito l' antifona: l' erigendo governo obbedisce all' esigenza di evitare elezioni anticipate che sotterrerebbero i grillini nell' indifferenza se non nel disgusto. Essi si presentarono sulla scena politica al grido di vaffanculo e indossarono abiti virginali e ora sfoggiano le nudità delle escort. Sono disposti a tutto, addirittura a prostituirsi, pur di non perdere fettuccine di potere e indennità varie spettanti ai parlamentari. Niente di nuovo e molto di vecchio.
La convenienza ispira ogni mossa di questa gentarella avvinta come l' edera ai palazzi della cuccagna. I cittadini onesti che sperano ancora si possa votare sono dei poveri illusi. Il capo dello Stato deve obbligatoriamente tenere conto che, secondo la Costituzione, ha il diritto di governare il gruppo di approfittatori che, mettendo insieme i cocci dei partiti, riesce ad esprimere una maggioranza, per quanto rivoltante e per nulla coesa. Infatti i leader continuano a litigare, non sui programmi da realizzare, bensì sulla spartizione degli incarichi che li arrapano per motivi di ingordigia.
Qualcuno, dicevo, spera in una rottura definitiva tra M5S e Pd e che Mattarella si scocci e sciolga le Camere. Sognare non è vietato, ma non vale la pena. Non è il popolo che può cambiare la realtà, è il popolo che ad essa deve adattarsi. E la realtà è che onorevoli e senatori sono affezionati al loro ruolo e piuttosto che andare a casa sono disposti a tutto, anche a rimediare una figura di merda. I pentastellati fanno le bizze perché pretendono la conferma di Conte alla presidenza del Consiglio, mentre i dem insistono per avere un premier di maggior peso intellettuale, e non hanno torto.
Ma queste sono inezie, diversivi che saranno superati grazie alla smania di varare un esecutivo che castighi Salvini, condannandolo alla marginalità che lui stesso ha scelto in un impeto di stupidità tattica e strategica. Pur di far secco il capo della Lega, i suoi avversari ed ex soci sono pronti a strozzarsi con la cravatta.
Buona morte a tutti.
L' importante è che gli italiani siano in grado di sopravvivere e di respingere con forza l' ennesimo imbroglio di cui sono vittime innocenti.

di Vittorio Feltri

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • riccardoandrea

    riccardoandrea

    29 Agosto 2019 - 08:08

    Sig Vittorio Feltri, per cortesia vuole Lei spiegare agli Italiani perché il collante di questo governo è cercare di evitare l'aumento dell'IVA, nessuno entra nel merito. La mia Idea, ma forse sbaglio, è che i vari governi precedenti, da Renzi hanno fatto regalie economiche agli Italiani senza averne la copertura finanziaria , e rimandando tale copertura all'eventuale aumento dell'Iva.

    Report

    Rispondi

  • ERI1517

    29 Agosto 2019 - 08:08

    La destra deciderà di andare nel Parlamento o al Senato ad ascoltare i discorsini di questi qua qua qua oppure lascerà gli scranni vuoti?? E' ovvio che Mattarella ha la rielezione assicurata, la destra parteciperà al giochino delle votazioni?? Nelle TV dove questi sinistri bla bla bla bla bla ovviamente, si deve cambiare canale facendo cadere lo share della trasmissione.

    Report

    Rispondi

  • patrenius2

    29 Agosto 2019 - 08:08

    Perchè non rovesciare il tavolo e presentare le dimissioni di tutti i deputati senatori del CDX?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Regionali in Umbria, gli iscritti del Movimento 5 stelle al voto sulla piattaforma Rousseau

Giuseppe Conte: "Buon clima nel governo, si mettano da parte personalismi in favore della squadra"
Cerciello Rega, il video dei filmati ritrovati nei telefoni dei due americani: pistole e cocaina.
Salvini fuori dalla maggioranza? Mattarella battezza i rapporti con la Germania: "Livelli di eccellenza"

media