Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Forza Italia, parla Mariarosaria Rossi: "Ma quale zarina e cerchio magico, è tutta invidia"

Nicoletta Orlandi Posti
  • a
  • a
  • a

Non ci sta ad essere additata come "zarina", né ad essere considerata capo del "cerchio magico". Mariarosaria Rossi, capo dello staff di Forza Italia, amministratore unico del partito, la donna ombra di Silvio Berlusconi, che ha sempre scelto un profilo basso e la linea del silenzio, ha deciso di parlare e in una intervista al Corriere della Sera mette i puntini sulle "i". "Sono solamente cattiverie", dice a Paola Di Caro. "In questi anni ho svolto un lavoro che mi comporta più oneri che onori. Lavorare nella segreteria di un protagonista della politica significa confrontarsi ogni giorni con problemi e pressioni di ogni tipo. Ridurlo a un esercizio del potere da 'zarina' è solo un modo per danneggiare Berlusconi". "La realtà", continua la Rossi, "è che qui si lavora tanto, senza orari né weekend e con grande stress e non tutti sono disposti a fare sacrifici". Riguardo al "cerchio magico" l'assistente personale del Cav è categorica: "E' una stupidaggine inventata da certi giornali e alimentata da chi maliziosamente non ha il coraggio di combattere le sue battaglie a viso aperto e continua ad osteggiare ogni cambiamento sollecitato o proposto dal presidente Berlusconi". La Rossi liquida anche chi l'accusa di essere lei a decidere chi può parlare o vedere il leader di Forza Italia: "Sciocchezze", tuona. "Chi conosce il presidente sa benissimo che lui sa sempre quello che vuole e non si fa condizionare da nessuno. Troppo facile usare me come alibi: più di uno dovrebbe fare autocritica e chiedersi perchè i suoi rapporti non sono più gli stessi con Berlusconi". Come Raffale Fitto che accusa i "pettegoli" vicini a Berlusconi di parlare male di lui danneggiando Forza Italia. "Chi parla male di Fitto", chiarisce la senatrice, "è solo Fitto quando si fa eco di queste chiacchiere ridicole senza avere il coraggio di fare nomi e cognomi". Dal 20 maggio scorso la Rossi è stata anche nominata amministratore unico di Forza Italia al posto di Sandro Bondi. La cosa ha suscitato parecchio malumori nel partito, ma lei ci tiene a precisare: "Sono stata eletta in ufficio di Presidenza all'unanimità. Non mi pare che ci sia stato tutto questo malessere". E spiega: "Credo che il presidente abbia ritenuto di affidarmi questo compito perché sono una sua fedelissima e perché, come imprenditrice, ho esperienza in questo campo. Dal 20 maggio sto lavorando a tempo pieno dell'amministrazione: sto cercando di ridurre i costi, di eliminare gli sprechi, di aumentare le entrate e di ottenere il versamento dei contributi dovuti da parte dei parlamentari. Sono presente tutti i giorni nella sede del partito, le porte della mia stanza sono spalancate a chiunque voglia entrare per portare idee, progetti, soluzioni, programmi o semplicemente per mettersi a disposizione". "Comprendo l'invidia di chi critica", conclude la neo amministratrice di Forza Italia, "perché lavorare al fianco di un uomo che si chiama Silvio Berlusconi è un'esperienza umanamente e professionalmente eccezionale, direi unica".

Dai blog