Cerca

Ferocia

Bruno Vespa massacra Emilio Fede e ne ha pure su Pertini

3 Maggio 2019

1
Bruno Vespa massacra Emilio Fede e ne ha pure su Pertini

Bruno Vespa festeggia cinquanta anni con il servizio pubblico. Dal Tg1 a Porta a porta, il giornalista ha raccontato la storia d'Italia attraverso la sua macchina da presa. Alla Stampa, che lo intervista, Vespa rivela quale è stato il momento più duro. La morte del piccolo Alfredino di Vermicino. "Ero totalmente contrario a quella interminabile diretta. Pregai il direttore Emilio Fede di sospenderla perché mi parevano tutti impegnati a lucrare sulla pelle di un povero bimbo", dice il giornalista, che colpisce duro: "Pure il presidente Pertini, che fu un vero eroe della Resistenza, uno dei pochi che l' ha fatta davvero, ma a Vermicino voleva essere il primo ad abbracciare Alfredino, che invece morì. Pertini non amava i bambini, amava le telecamere. La diretta andò avanti e io me ne tirai fuori, tornai a casa".

Per approfondire leggi anche: Emilio Fede, come è ridotto oggi

Dicono che il servizio pubblico, sia morto con Vermicino. In un certo senso, è vero. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    03 Maggio 2019 - 18:46

    Bravo Vespa, uno dei pochi affidabili.

    Report

    Rispondi

Greta Thunberg come una rockstar a Torino: così la svedesina ringrazia la folla

Boris Johnson, l'accoglienza trionfale a Downing Street dopo il trionfo al voto
Giuseppe Conte
Giorgia Meloni, il flusso del trionfo: "8 nuovi voti su 10 per Fratelli d'Italia vengono dal M5s"

media