Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Becchi contro Repubblica: "Miserabili, 3500 persone in cassa integrazione e loro pensano a Nilde Iotti"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Il tanto contestato articolo di Libero su Nilde Iotti fa ancora discutere. È il caso di Repubblica, il quotidiano di Carlo Verdelli che sta cavalcando l'onda del dibattito. Ma di questioni ben più importanti ce ne sono in questi giorni. Una a caso? Gli esuberi voluti da ArcelorMittal per i lavoratori dell'ex Ilva. "Mentre 3500 operai passeranno il Natale in cassa integrazione - cinguetta indignato Paolo Becchi - la discussione rilevante per Repubblica riguarda le qualità erotiche di Nilde Iotti. Siete dei miserabili!".  Leggi anche: Feltri sulle polemiche contro Libero per il pezzo su Nilde Iotti: "Sugli uomini tutti zitti?" Il filosofo fa riferimento a Concita De Gregorio, editorialista del quotidiano che, in diretta a DiMartedì, ha dato il meglio di sé. "Come fate a sapere che Nilde Iotti era brava a letto? - ha inveito contro i direttori Pietro Senaldi e Alessandro Sallusti -. Chi ve l'ha detto? Ed è questa qualità che serve in politica?". Insomma, la De Gregorio del pezzo sul primo presidente donna della Camera non ha capito proprio nulla.  Mentre 3500 operai passeranno il Natale in cassa integrazione, la discussione rilevante per „Repubblica“ riguarda le qualità erotiche di Nilde Iotti. Siete dei miserabili! pic.twitter.com/B6BRlKgCuz— Paolo Becchi (@pbecchi) December 12, 2019

Dai blog