Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Otto e mezzo, Lilli Gruber contro il fedelissimo di Orban: "Al festino, gay e droga. Uomo di...". Clava politica sui sovranisti

  • a
  • a
  • a

"Uomo di rara coerenza". A Otto e mezzo su La7 Lilli Gruber parla di Recovery Fund rimestando nel torbido. "Sulla strada c'è il grande ostacolo dell'Ungheria di Viktor Orban. Ora, vogliamo ricordare che un fedelissimo di Orban, anti droga e anti gay è stato multato perché partecipava a Bruxelles ad un festino con uomini e moltissima droga, vietato dalle norme Covid".



 

L'aneddoto pecoreccio, di per sé, di politico ha ben poco ma la Gruber lo utilizza come una clava per mettere alla berlina i sovranisti. Un ragionamento piuttosto tendenzioso e per una volta anche Beppe Severgnini, che tutto è tranne che sovranista, preferisce riportare il discorso su un piano puramente politico. 

 

 

Dai blog