Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riforme: Boldrini, servono tempi certi per legge iniziativa popolare

default_image

  • a
  • a
  • a

Perugia, 3 mag. (Adnkronos) - "Se vogliamo avvicinarci davvero ai cittadini, dobbiamo dare seguito alle loro richieste. Se ci sono petizioni o richieste di iniziativa popolare con decine di migliaia di firme, ma come faccio io a lasciarle nei cassetti della commissione?". Per la presidente della camera Laura Boldrini, oggi a Perugia per un incontro al festival del giornalismo, nel nuovo regolamento della camera deve essere stabilità una "corsia chiara" e dei "tempi certi per le leggi di iniziativa popolare". "Nella scorsa legislatura - ha spiegato -, a fronte di svariate decine, una è stata portata a termine, nella legislatura precedente, nessuna". "Ci sarà più lavoro nelle commissioni anziché in aula - ha detto ancora la presidente-, perchè le commissioni sono il luogo più adatto per andare in profodità dei provvedimenti, l'aula è più un luogo dove si dovrebbe arrivare nella fase finale dei provvedimenti. Ci sono 300 emendamenti e contiamo di iniziare la discussione generale e la votazione in giunta tra maggio e giugno e portare il provvedimento in aula prima della pausa estiva. Io - ha concluso - spero di riuscirci con la collaborazione di tutti i gruppi perché questa è un'esigenza sentita da tutti".

Dai blog