Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Immigrati, approvato il "Decreto motovedette". La porcata finale del Pd

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

La schizofrenia piddina non conosce confini. La parola d'ordine è opporsi o quanto meno non votare le leggi volute dal "governo razzista", anche se si tratta di misure che era stato lo stesso Pd a avviare. Così, i dem non hanno partecipato al voto che alla Camera ha trasformato in legge l'invio di motovedette alla marina libica, con lo scopo di incrementare le capacità di Tripoli in chiave di contenimento delle partenze dalle coste africane. Il bello è che erano stati i ministri di Gentiloni Minniti e Pinotti a varare questo nuovo modello di gestione del fenomeno migratorio e infatti nelle prime righe del decreto legge si chiarisce che l'operazione fa parte del memorandum d'intesa confermato dal premier Paolo Gentiloni con il presidente libico Serraj. Ai libici andranno 12 motovedette e il personale libico sarà addestrato per una spesa complessiva, compresa la rimessa in sesto delle unità navali, di 2 milioni 530mila euro. Al Senato il Pd aveva votato a favore del decreto, ma poi a Montecitorio è arrivato il "contrordine compagni" e il decreto è passato con 382 voti a favore compresi quelli di Forza Italia e 11 contrari. Leggi anche: Immigrazione, il piano per rispedire tutti i migranti in Africa: così si libera l'Italia

Dai blog