Cerca

Crisi pazza

Luigi Di Maio "anello debole" del patto tra Pd e M5s. L'arma segreta di Salvini: il "contro-inciucio"

17 Agosto 2019

0
Luigi Di Maio "anello debole" del patto tra Pd e M5s. L'arma segreta di Salvini: il "contro-inciucio"

È Luigi Di Maio "l'anello debole" dell'inciucio tra Pd e M5s. Dentro la Lega, spiega un retroscena del Corriere della Sera, gli uomini più vicini a Matteo Salvini fanno intuire come il pressing per far rientrare la crisi e sventare il governicchio sarà tutto sul vicepremier. "In un'alleanza giallo-rossa - spiegano fonti leghiste - per Luigi non ci sarebbe tanto spazio al governo". Anche perché, parlottando con i grillini, gli stessi esponenti del Carroccio smorzano i sogni di ribaltone: "Non penserete di varare un governo di legislatura con Zingaretti, vero? I gruppi del Pd li comanda Renzi e lui ha bisogno solo di qualche mese per organizzarsi il suo partito, poi farà saltare il banco. A quel punto si andrà alle elezioni e voi sarete fregati".


Su questo faranno leva i salviniani per convincere gli (ex?) alleati ad accettare la tregua. C'è solo un piccolo problema, di cui secondo il Corriere sono consapevoli anche nella Lega: "Inseguire Di Maio non ha senso", o perlomeno potrebbe non essere una garanzia, "visto che ora a comandare è Casaleggio. A meno di non riuscire a spaccare il Movimento...". Il "contro-inciucio" di Salvini è la risposta all'inciucio a sorpresa di Renzi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media