Cerca

Il consigliere del Cav

Gianni Letta, il ritorno: "Caro Silvio Berlusconi, sganciamoci da Matteo Salvini. Sì alla coalizione Ursula"

19 Agosto 2019

26
Gianni Letta, il ritorno: "Caro Silvio Berlusconi, sganciamoci da Matteo Salvini. Sì alla coalizione Ursula"

Gianni Letta è tornato. Con un messaggio chiaro a Silvio Berlusconi: bisogna sganciare Forza Italia dalla Lega populista di Matteo Salvini. Questo è il momento migliore visto che il ministro dell'Interno è in difficoltà e nonostante tutto continua a ignorare il Cavaliere.

Con l'appoggio di Antonio Tajani, Letta, riporta la Repubblica, continua a ripetere: "Silvio, la nostra stella popolare è e resta il Ppe". Insomma, se dovesse nascere davvero un governo M5s-Pd Berlusconi deve garantire alla nuova "maggioranza Ursula" fare una "opposizione responsabile" votando i provvedimenti condivisibili e bocciando gli altri.

Leggi anche: "Salvini, ricordi cos'era successo con Berlusconi?". Maroni tombale: crisi, perché sta sbagliando tutto

Letta e Tajani avrebbero anche individuato Mara Carfagna per la svolta. La vicepresidente della Camera infatti detesta Salvini e non perde occasione per attaccarlo. Inoltre sganciarsi da Salvini e affondarlo costituirebbe un successo da giocarsi in sede europea. Per ora Berlusconi resta in attesa di quello che accadrà domani 20 agosto in Senato. Anche perché dentro Forza Italia c'è chi come Niccolò Ghedini e Licia Ronzulli rema verso un sodalizio con la Lega.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giamai

    20 Agosto 2019 - 14:02

    mainardigiacomo Nojn amo Salvini, ma non amo Letta. Al governo con il cdx facendo valere le ragioni di un partito di dx, ma liberale. Senza confusione con Fdi, e la lega. Prossimamente ci sarà ampio spazio: la Lega è destinata a sgonfiarsi e la Meloni è un refuso.

    Report

    Rispondi

  • frank44fausto

    20 Agosto 2019 - 12:12

    Ormai siete abituati a fare la terza gamba del tavolo

    Report

    Rispondi

  • luiss

    20 Agosto 2019 - 12:12

    Dopo 25 anni sta venendo fuori l'anima della vecchia DC. La direzione da prendere per non sparire è un'altra e Toti l'ha capito da tempo anche se ci ha messo un po' troppo a mollarvi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media