Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, l'irritazione per i due Mattei: "Renzi e Salvini, non sopporto i prepotenti"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte è molto irritato, questa volta la pazienza è finita. A Palazzo Chigi, il clima è teso, il premier è sempre più infastidito dai due Mattei, Renzi e Salvini, che secondo alcune fonti riportate da Il Corriere della Sera, ora vuole mettere al loro posto. "La guerra ai «due Matteo», Matteo Salvini e Matteo Renzi, uno capo della Lega, uno formalmente alleato di Conte", scrive Massimo Franco, "è cominciata: sebbene il presidente del Consiglio la consideri una guerra difensiva, e cerchi la tregua". Il timore del presidente del Consiglio è che il leader della Lega e l'ex premier che ha spaccato il Pd abbiano un obiettivo comune: far cadere il governo, e in fretta.  "Ma a me", ripete Conte, "non piacciono i prepotenti". Tra i due, quello che proprio il premier non sopporta è Renzi: "è peggio di Salvini...", si sfoga. Leggi anche: Regionali, Di Maio in difficoltà. I suoi non lo ascoltano: chi è la grillina che mina il Patto Civico Insomma, dopo poco più di un mese di governo, c'è chi a Palazzo Chigi rimpiange l'alleanza con la Lega. Di più, rivela ancora il retroscena, che "c'è chi prevede che, se continuano le provocazioni, Conte andrà in Parlamento e chiederà la fiducia". Del resto la convinzione è che "Conte non è come Romano Prodi quando guidava i governi dell'Unione. Ha dietro M5S, gran parte del Pd, sindacati, Chiesa cattolica. Ed Europa".

Dai blog