Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Renzi, l'sms: "Quando ho affossato Enrico Letta con dieci deputati"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte è molto preoccupato da Matteo Renzi. Lo è da quando l'ex premier ha lasciato il Pd per farsi il suo partito Italia Viva. Teme che Renzi possa affossare il governo, è solo una questione di tempo. Ma ora a impensierirlo è uno scambio di messaggi su whatsapp tra Renzi e un grillino. Riporta la Stampa in un retroscena che alla domanda del pentastellato che chiedeva se il suo piano fosse quello di sostituire Conte, la sua risposta è stata agghiacciante: "Ti ricordo che ho fatto cadere Enrico Letta con dieci deputati...". Insomma, il premier ha poco da stare tranquillo. Del resto anche tra i renziani è molto chiaro il fatto che il loro leader può contare su 15 senatori, un numero sufficiente per mandare a Conte un "stai sereno". "Tanto uno che fa il premier al suo posto si trova", si mormora dentro Italia Viva. E a Palazzo Chigi gira pure un'altra voce: che Renzi possa far barcollare il governo da gennaio, magari cercando la sponda di Luigi Di Maio. Conte lo sa: "Tutti hanno capito che vuole far credere a Luigi che potrebbe prendere il mio posto. Magari dopo la manovra, tra qualche mese". Leggi anche: Immigrati, Conte da ridere: "La verità sul patto di Malta". Prende per fessi gli italiani? Pure Di Maio se ne è reso conto. Come Matteo Salvini nei giorni della crisi del governo giallo-verde gli ha proposto la presidenza del Consiglio, così Renzi potrebbe "lavorare" sul loro dualismo e sulle ambizioni del capo politico del M5s. O forse in realtà Renzi sogna di tornarci lui a Palazzo Chigi dopo aver provocato il caos.

Dai blog