Cerca

Botte da orbi

Otto e Mezzo, rissa tra Giorgia Meloni e Lilli Gruber: "Le tolgo l'audio", la conduttrice all'angolo minaccia

13 Novembre 2019

8
Lilli Gruber, Giorgia Meloni, Otto e Mezzi

Momenti di altissima tensione negli studi di Otto e Mezzo su La7. Lo scontro è tutto tra Lilli Gruber e Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d'Italia. La conduttrice parla delle polemiche legate a Liliana Segre, parla di odio in rete e antisemitismo. "Io le faccio vedere una cosa e lei mi dice cosa ne pensa", afferma la Gruber. E subito la Meloni schizza: "No, c'è un problema anche a sinistra". E subito la leader di FdI si gioca l'asso: "C'è questo signore che si chiama Chef Rubio e lavora in televisione. E scrive: I vermi sionisti...", dunque passa in rassegna una serie di orrori scritti dal cuoco che sparge odio. Ma alla Gruber, il cui unico obiettivo è dar contro a chi sta a destra, se l'odio arriva da sinistra non interessa. Lo dice chiaro e tondo: "Non mi interessa Chef Rubio. Pessimo". E la Meloni continua con le citazioni: "Israele stato nazista, cancro del mondo". La conduttrice, già messa clamorosamente all'angolo - il suo giochetto è stato smascherato - sbrocca: "Onorevole, la smetta".

Ma la Meloni non smette, neppure per idea. Anzi, cita Michele Anzaldi, le sue parole, quelle del piddino che vorrebbe Chef Rubio in Rai, una vera aberrazione: "La Rai avrà il coraggio di proporle un programma?", la leader FdI riporta le parole di Anzaldi. Insomma, tocca il piddino e la Gruber non ci vede più: "Va bene, va bene". Ma la Meloni insiste: "La sinistra vuole dare un programma in Rai a questo signore e lei viene a chiedere da me? Chiedete al Pd. Parlamentari che scrivono queste cose non ne ho". Lilli: "Sì, certo. Io ho il dovere di farle delle domande". Meloni: "Io le sto rispondendo. Combatto l'antisemitismo". Insomma, la Meloni risponde. E questo fa capitolare la Gruber, in piena crisi di nervi: "Mi faccia finire o le faccio togliere l'audio. Già facciamo tardi e mi licenziano. Io faccio le domande sulla destra italiana...". "Le ho risposto". E la Gruber, in stato confusionale: "No, lei ha detto che vanno bene i citofoni", il riferimento è alla denuncia sulle case popolari di Fratelli d'Italia. Sbandata clamorosa di Lilli, e la Meloni attacca: "Ma che c'entrano i citofoni col sionismo?". Game, set, match. "Devo chiudere, no no... benissimo, bravissima. Ha fatto tutto lei". E lancia "il Punto" di Paolo Pagliaro. Già, meglio interrompere quel massacro. Uno scontro televisivo che, alla Meloni, avrà fatto guadagnare il 5% nei sondaggi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Saputello

    21 Novembre 2019 - 02:36

    Che ci vanno a fare da quella povera persona. Un bisogno di punirsi?

    Report

    Rispondi

  • zagor1970

    16 Novembre 2019 - 21:16

    la gruber come tutti quelle che rivestono la sua posizione serva del bilderberg e della sinistra a sua volta serva dei poteri forti, rappresentano la dittatura strisciante danno dei fascisti cornuti agli altri e i primi dittatori cornuti sono loro che appoggiano la dittatura dei poteri forti.

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    13 Novembre 2019 - 16:48

    Le tolgo l'audio! VERSTANDEN !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Matteo Salvini da Bechis: "Conte in gita a Londra mentre l'Ilva affonda"

Plastic e sugar tax, Vittorio Cino (presidente Assobibe): "Per noi sono una rovina, il governo ci ripensi"
Governo, Nicola Zingaretti: "Ora basta polemiche, scommettiamo di più sulla manovra"
Regionali, Matteo Salvini: "In settimana incontro con Silvio Berlusconi, dobbiamo farci trovare preparati"

media