Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini sbotta: "Vietato applaudire i leghisti? Roba da matti, arrestateci"

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

A Bruxelles, c'è chi ha proposto di istituire un "cordone sanitario" contro leghisti e sovranisti, circostanza più volte denunciata da Antonio Maria Rinaldi. E sulla vicenda, direttamente dalla sala stampa dell'Europarlamento, torna proprio Matteo Salvini, il quale usa parole dure: "Parlare apertamente di cordone sanitario nei confronti di deputati liberamente eletti mi sembra di una volgarità, di un odio, di un'arroganza, di una supponenza imbarazzante. Mi vergognerei se qualcuno del mio gruppo parlasse di cordone sanitario, dovrebbe essere curato uno che parla in questa maniera". Parole che vengono accolte da un applauso dai giornalisti. Peccato però che a quel punto scatti una persona che si qualifica come "il rappresentante della stampa internazionale", che stigmatizza gli applausi: "Questa non è una riunione politica. È una sala stampa: per gli applausi bisogna fare altrove". E Salvini sbotta: "Abbiamo applaudito, arrestateci. Roba da matti", conclude il leghista, che ha rilanciato su Twitter il video di quanto accaduto. Il titolo? "In Europa è vietato applaudire Salvini". Leggi anche: Renzi, proposta indecente a Salvini: "Così torniamo al voto" Di seguito, il video: La sinistra in Europa pensa ad un "cordone sanitario" per chi vota Lega e applaudire le nostre idee è vietato. Roba da matti! pic.twitter.com/o0E7j4xcFY— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) December 3, 2019

Dai blog