Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Massimo Cacciari a Otto e Mezzo su Giorgia Meloni: "Perché è indigesta agli italiani". Cosa scorda

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Nel salottino di Lilli Gruber, a Otto e Mezzo su La7 nella puntata di lunedì 9 dicembre, si parla tanto per cambiare di sovranismo e dei suoi due principali rappresentanti in Italia, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. A dire la sua è Massimo Cacciari. Secondo il filosofo, "Giorgia Meloni non sarà mai una insidia per Matteo Salvini". Parere pacifico, anche se la continua e vorticosa crescita di Fratelli d'Italia nei sondaggi dovrebbe suggerire un pizzico in più di cautela. Semmai, si eccepisce sulle motivazioni con le quali Cacciari spiega la sua ragione: "La Meloni - afferma l'ex sindaco di Venezia - è una donna e ha uno stile completamente diverso da quello di Matteo Salvini. Non credo che sarà l'insidia di Salvini perché ha una storia che la rende indigesta a una grande maggioranza della politica italiana". Ragionamento, che però, regge soltanto fino a un certo punto: si pensi, per esempio, a come Salvini sia riuscito a trasformare la Lega da partito nordista a partito nazionale, ad oggi con percentuali che lo rendono prima forza e con assoluto distacco. Leggi anche: Sardine, il crollo di Mattia Santori a Otto e Mezzo Di seguito, l'intervento di Massimo Cacciari a Otto e Mezzo:

Dai blog