Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il governatore del Piemonte Cirio positivo: 5 province nella "zona 1" a rischio, si complica tutto

  • a
  • a
  • a

Dopo Nicola Zingaretti, anche il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio è risultato positivo al coronavirus. L'epidemia non risparmia nessuno; semplici cittadini e amministratori. La scorsa settimana il governatore della Lombardia Attilio Fontana si era posto in auto-quarantena perché una sua stretta collaboratrice era positiva al test. Cirio ora dovra restare sotto osservazione mentre i collaboratori della sua Giunta dovranno sottoporsi ai test e restare sotto monitoraggio. Non la condizione ideale per gestire una situazione emergenziale come questa.

Sabato sera, Cirio spiegava: "Stasera non riesco a collegarmi per gli aggiornamenti della diretta Facebook, perché sono al lavoro per formulare le osservazioni sulle nuove misure di contenimento proposte oggi dal governo". "Si tratta di un decreto urgente predisposto dal Presidente del Consiglio Conte che verrà firmato domani e che stiamo cercando di capire e approfondire al meglio. Dovrò trasmettere il nostro parere in nottata. Quindi in questo momento massima concentrazione per gli interessi del Piemonte e dei Piemontesi". Nel decreto, vengono inserite nella "zona 1" maggiormente a rischio, con obbligo di non lasciare l'area se non per gravissimi motivi e con varie limitazioni a luoghi ed eventi pubblici (e, di fatto, l'obbligo di restare in casa il più possibile) anche le province piemontesi di Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola  e Vercelli, non senza sorprese.

Dai blog