Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Immigrazione, Matteo Salvini contro Open Arms: "76 immigrati in mare per protesta, così le Ong ricattano l'Italia"

  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini conferma di essere sempre molto attento quando si tratta di sbarchi incontrollati, quelli che costantemente si abbattono sulla Sicilia e quindi sull’Italia intera. “Quasi 300 immigrati clandestini sono stati portati oggi a Palermo dalla spagnola Open Arms”, è l’informazione trasmessa dal segretario leghista, che poi aggiunge: “In 76 si sono buttati in mare per ‘protesta’, recuperati dalla Guardia costiera. Siamo sotto ricatto di Ong straniere, gli altri paesi del Mediterraneo non li fanno arrivare, da noi porti aperti e ricca ospitalità su navi da crociera”. Nel frattempo i “trafficanti di esseri umani” e i “finti buoni” continuano indisturbati con il “business dell’immigrazione” e “alimentano la loro mangiatoia” mentre “si fregano le mani”. Infine Salvini ha rivolto ironicamente i “complimenti a Pd e 5 Stelle per l’ottimo lavoro” sui migranti.

Tra l’altro sempre dalla Lega è giunto l’allarme riguardo ad una struttura di accoglienza palermitana, che ospita ben 700 persone e che potrebbe diventare un focolaio senza controllo: “Alla luce degli ultimi dati di positività da coronavirus - ha dichiarato Francesca Donato, europarlamentare del Carroccio - il pericolo di un eventuale nuovo lockdown in Sicilia potrebbe essere reale. La struttura è inadeguata sotto ogni profilo sanitario a tutelare dal rischio di contagio coloro che vi risiedono e che la visitano. Non è tollerabile che si continui ad ignorare il problema che coinvolge i tantissimi sbarchi di clandestini. Un’irresponsabilità che non può celarsi dietro il presunto diritto all’accoglienza che in realtà non sussiste nemmeno in capo alla stragrande maggioranza degli immigrati irregolari”. 

 

 

 

Dai blog