Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi, il retroscena: "Io comando, voi obbedite", lo scontro coi dissidenti di Forza Italia

  • a
  • a
  • a

Il centrodestra è deciso a dare battaglia politica al governo Conte. Niente più concessioni o aiuti indiretti alla maggioranza giallorossa. Non saranno più concessi vie d'uscita a chi non accetterà le decisioni a maggioranza dei gruppi parlamentari. Nell'occasione del voto parlamentare sulla riforma del Mes l'opposizione si è data da fare perché apparisse chiaro che il governo non aveva ottenuto la maggioranza assoluta in nessuna delle due Camere. Matteo Salvini, scrive Augusto Minzolini sul Giornale, aveva minacciato tutti i parlamentari del centrodestra che chi avesse votato a favore sarebbe stato messo automaticamente fuori dalla coalizione.

 

 

 

Lo stesso Silvio Berlusconi, convinto da Salvini a tornare sui suoi passi dopo essere stato in un primo momento favorevole alla riforma del Mes, ha dovuto e voluto tenere in riga i più dubbiosi sulla bontà della linea comune del centrodestra, si è espresso in modi insolitamente ruvidi verso i dissidenti con un chiaro: "Io sono Berlusconi, io comando, voi obbedite". L'obiettivo era quella di dare così l'idea di un premier isolato, che non potesse contare su nessuna sponda di qualche pezzo di Forza Italia. "È quello che non hanno capito quei 5-6 deputati azzurri che hanno fatto le bizze", sentenzia Edoardo Rixi deputato della Lega.

Dai blog