Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, la Cina trova due farmaci ma l'Oms non ci crede: "Non esistono trattamenti efficaci"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Sul coronavirus, il capo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom, ha subito provveduto a raffreddare gli entusiasmi della Cina che ha comunicato al mondo che i suoi ricercatori hanno elaborato due farmaci per i contagiati: "Non esistono trattamenti efficaci contro il coronavirus", ha affermato il capo dell'Oms. Piuttosto, ha aggiunto, "servono 675 milioni di dollari per finanziare il piano per i prossimi tre mesi. Di cui 60 milioni di dollari sono destinati a finanziare le operazioni dell'Oms, il resto è per i Paesi particolarmente a rischio". L'Organizzazione sta inviando nei Paesi colpiti dall'epidemia "mezzo milione di mascherine; 350 mila paia di guanti; 40 mila respiratori; e quasi 18 mila tute di isolamento". "Stiamo spedendo - ha annunciato - 250 mila test ad oltre 70 laboratori in tutti il mondo per semplificare le analisi di contagio".  Leggi anche: "La sinistra italiana è fatta così: prima i cinesi". Allarme Coronavirus? Feltri, sconcertante verità Intanto Wuhan spinge sull'acceleratore della diagnostica dei casi: ora sono 31 i centri sanitari attrezzati per eseguire i test e la loro capacità di analisi è passata da 200 a 4mila test al giorno. L'Hubei Daily aggiunge che, solo nell'ospedale Tongji, si possono eseguire 1.000 esami al giorno ed ora sono 27 gli operatori sanitari (da 12 che erano) in grado di condurre test in 24 ore. "Poiché la richiesta di test è in aumento, abbiamo distribuito manodopera da altri dipartimenti", ha spiegato Sun Zirong, direttore del'ospedale. 

Dai blog