Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Andrea Roncato, lo sfogo: "Non mi drogo da 20 anni. Eppure, nel mondo dello spettacolo..."

Ventura Cigno
  • a
  • a
  • a

Un cambiamento di vita radicale quello di Andrea Roncato: negli ultimi 20 anni si è tenuto lontano da alcol e sostanze stupefacenti. L'attore, intervenuto ai microfoni del programma di Rai Radio 2 I Lunatici, ha ammesso di aver trovato la forza di dare un colpo di spugna ai tempi segnati da eccessi e notti brave. E ha aggiunto: "Averne parlato è stato un problema. Io pensavo di fare bene, e invece no". Secondo Roncato, solo lui e Fiorello sono stati tra i pochi personaggi del mondo dello spettacolo ad aver parlato del proprio passato difficoltoso, traendone non poche conseguenze negative. L'intento dell'attore, infatti, era quello di distogliere i giovani dal commettere gli stessi errori. Leggi anche: Andrea Roncato, la foto appena sveglio che scatena i fan Da quella confessione però è stato sottoposto alla gogna mediatica: “Ancora adesso può capitare che apro internet e leggo che sono stato nel tunnel della droga. Ma quale tunnel! Io un giorno mi sono alzato e ho detto che certe cose non avrei più voluto farle e ho deciso di smettere. Ci ho messo due minuti ad uscire dal tunnel". Roncato non ha perso l'occasione per lanciare delle tacite accuse ai colleghi, definendoli finti perbenisti perché poi, di nascosto, si lasciano andare ai divertimenti senza freni: "In realtà poi tutti le fanno, nessuno lo dice". L'attore spera che la sua immagine possa essere presto ripulita confidando nel fatto che i media diano rilievo alle sue nuove occupazioni: il mantenimento di due canili, la nomina di ambasciatore per bambini disabili e il ruolo di attore nei film di Virzì e Avati.

Dai blog