Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferrari, Max Verstappen silura la Rossa: "Va male perché ha smesso di barare". Terremoto in F1, furia Binotto

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

La Ferrari va male? "Questo è ciò che accade quando smetti di barare". Max Verstappen, al termine del Gp del Texas ad Austin, scatena il terremoto in Formula 1. Il 22enne pilota olandese della Red Bull, arrivato terzo dietro le due Mercedes di Bottas e Hamilton, intervistato dai connazionali di Ziggo Sport lancia un'accusa esplicita alla scuderia di Maranello, che negli Usa ha visto Leclerc arrivare quarto e Vettel uscire per un guaio meccanico. Il riferimento è alla direttiva emanata dalla Federazione internazionale a proposito dell'utilizzo del flussometro (lo strumento che regola il flusso del carburante nella power unit) che avrebbe ridimensionato la Rossa. Leggi anche: "Vettel non basta, Ferrari da 4". Le pagelle dopo il Gp di Austin Secca la replica di Mattia Binotto, team principal Ferrari: "Ho sentito di certe dichiarazioni davvero deludenti... sbagliate e non buone per lo sport. È un bene che ci sia stato un chiarimento da parte della Fia ma non ha avuto alcun impatto sulla nostra prestazione. In passato altri team avevano un vantaggio tecnico ma nessuno ha puntato il dito contro di loro". Secondo il Corriere della Sera, Binotto "ha preteso un incontro chiarificatore (e tutt'altro che pacifico) con Chris Horner responsabile Red Bull e in Ferrari stanno considerando se sia il caso di prendere altre iniziative per tutelare la propria immagine".

Dai blog