Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dalla Germania la lezione al governo italiano: riparte il calcio senza abbracci, strette di mano e... sputi

  • a
  • a
  • a

Mentre l’Italia nella persona del disastroso ministro Spadafora perde tempo a dare aria alla bocca senza offrire soluzioni concrete, il calcio riparte in Germania. Sabato 16 maggio riprenderanno a porte chiuse la Bundesliga e la seconda serie tedesca: il termine della stagione è fissato per il 27 e il 28 giugno. Intanto le squadre hanno ricevuto il regolamento di 35 pagine sulle nuove norme igieniche da rispettare per la ripresa dei campionati: vietati gli abbracci, le strette di mano e soprattutto gli sputi per evitare di diffondere il virus tramite la saliva, che è molto pericolosa. Il via libera del governo era arrivato lo scorso 6 maggio, nessun cambio di programma neanche di fronte ai due casi di positività nella Dinamo di Dresda e la conseguente quarantena di 14 giorni: l’Italia provi almeno a copiare chi ha già pensato a tutto per tornare a giocare a calcio, invece di perdersi in discussioni stucchevoli e strumentali, che manifestano soltanto l’incapacità di chi governa. 

 

 

Dai blog