Cerca

Sorridiamo un po’ con Tonino

Mattias Mainiero risponde a Lucio Flaiano

0
Sorridiamo un po’ con Tonino

Bersani-Vendola-Di Pietro. Los tres caballeros. I tre Grazii. La Trimurti. La Trinità. I Trettré della politica. Di Pietro ha annunciato di avere invitato sia Vendola che Bersani per una “nuova Vasto 2”. Dopo Vasto, non bastava “Vasto 2” o “nuova Vasto”? Totò, nei panni di Antonio Capone nel film “Totò, Peppino e la malafemmina”, dice al fratello Peppino: «Abundantis est abundandum». Anche Tonino abbonda.

Lucio Flaiano

Pescara

E si meraviglia per tanto poco, caro Flaiano? Lo sappiamo tutti: Tonino eccede, straborda, esorbita. Tonino è fantasmagorico, sempre un po’ al di sopra delle righe e anche dei quaderni. Se gesticola, sembra che stia prendendo qualcuno a cazzotti. Se strabuzza gli occhi, i globi oculari diventano palline da ping pong. Se comincia con gli strafalcioni, è in grado di scrivere un vero e proprio vocabolario delle sgrammaticature, delle metafore inventate, delle papere. Un genio dei granchi e dei lapsus. Breve carrellata delle cantonate di Tonino (c’è la crisi, caro Flaiano, fra poco pagheremo l’Imu, poi sarà la volta dell’Irpef, meglio sorridere un po’). Tonino l’oculista: «Non c’è niente di peggio del cieco che non vuole vedere». Tonino l’enigmatico: «Non facciano di un filo un fascio». Tonino l’evangelico: «Voi state a vedere lo stuzzicadenti nell’occhio e non guardate la trave». Tonino l’evangelico bis: «Gesù Cristo che era il Padre Eterno ogni 12 ne cannava uno: Giuda. Io che sono un povero cristo ho sbagliato, benedetto il Signore, non lo farò più». Tonino il matematico: «Dei nostri 1500 dirigenti ce ne saranno stati anche due disonesti. Ma, vivaddio, gli altri 1499 sono persone perbene». Di Pietro il viaggiatore: «Se da Roma devo andare a Milano in poco tempo, devo fare in modo di avere la strada più libera. Non vale invece dire “siccome non ci sono arrivato in 5 ore, non ci vado più”, altrimenti a Milano non ci arriverò più». Tonino e il 118: «Che se aspetti che ti dimetti, è come dire a Dracula di uscire dal Pronto Soccorso». Tonino e il suo futuro: «Non sono un politico e non penso di entrare in politica. Ma potreste voi escludere la possibilità di vestirvi domani da donna? Tutto è possibile». Tutto è possibile, appunto. E noi non ci meravigliamo più.

[email protected]

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media