Cerca

Viaggi spaziali

Due miliardi e mezzo di dollari
e gli americani sbarcano su Marte

E' atterrata la sonda "Curiosity" che dovrà analizzare il territorio del pianeta rosso per verificare se c'è stata o ci potrebbe essere vita

Delle precedenti diciannove missioni americane su Marte, sei sono fallite. Il costo del robot, grande quanto una Smart, è stato di due milioni di euro
Due miliardi e mezzo di dollari
e gli americani sbarcano su Marte

 

 

La sonda 'Curiosity' della Nasa è atterrata su Marte, toccando la superficie del Pianeta Rosso in perfetto orario, alle 7,30 italiane, circa sette minuti dopo essere entrata nell’atmosfera marziana. Poco prima da Pasadena, in California, il centro di controllo della missione spaziale destinata a durare due anni, forse la più complessa mai tentata con un robot, aveva annunciato di aver ricevuto i primi segnali dalla 'Curiosity', rilanciati da un satellite orbitante, indizio che la sonda era riuscita a superare la difficilissima fase dell’approccio a Marte. Subito dopo l’atterraggio la 'Curiosity' ha inviato sulla Terra le prime due immagini della superficie del pianeta. 

guarda il video su Libero Tv

La gigantesca sonda robotica ha seguito una procedura mai sperimentata prima: è entrata nell’atmosfera marziana decelerando velocemente e aprendo il paracadute, che poi è stato espulso andandosi a schiantare a circa 150 metri dalla Curiosity. Grosso e pesante come un’auto 'Smart', il robot ha un reattore nucleare che alimenta, oltre ai laboratori di analisi a bordo, anche un laser capace di vaporizzare la roccia fino a 7 metri di distanza per analizzarne la composizione. Dispone in tutto di dieci strumenti, per un peso complessivo pari a una tonnellata, che avranno lo scopo di perlustrare fino al 2014 uno dei luoghi più interessanti di Marte: l’inesplorato cratere Gale, una formazione da impatto vecchia almeno 3,5 miliardi di anni abbastanza per poter aver assistito all’eventuale presenza della vita sul Pianeta Rosso. Mostrano un orizzonte piano le immagini già ricevute dalla Nasa. L'intento consiste appunto nello scoprire se Marte abbia mai offerto un ambiente favorevole allo sviluppo microbico.  Ora dopo l'eccezionale sbarco inizia una straordinaria avventura che gli ingegneri del JPL ritengono debba durare un anno marziano, cioè 687 giorni terrestri. Ma come Opportunity che è lassù dal 2004, tutti sono convinti che la voce di Curiosity la sentiremo ben più a lungo.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si è congratulato su Twitter: «Congratulazioni e grazie a tutti gli uomini e donne della Nasa che hanno reso questo rimarcabile obiettivo una realtà». Una realtà che costa cara: il costo della 'Curiosity' è di 2,5 miliardi di dollari, equivalenti a oltre 2 miliardi di euro. Delle precedenti diciannove missioni americane su Marte, sei sono fallite. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bepper

    07 Agosto 2012 - 11:11

    Spendiamo un miliardo e mezzo all'anno per andare in Afghanistan e Libano. E non ci troviamo neanche l'acqua...

    Report

    Rispondi

  • bigdreamer

    07 Agosto 2012 - 01:01

    Possibile che ci continuino a proporre e giustificare imprese spaziali miliardarie alla ricerca di sassolini e batteri fossili nelle rocce meteoritiche invece di svelare finalmente quello che la NASA già sa sulla vita e sulle basi aliene sulla Luna e su Marte grazie a centina di foto e di filmati in suo possesso? Quando gli USA apriranno davvero i loro x-files e gli hangar e i laboratori dove sono conservati i dischi volanti degli UFO-crash ed i relativi corpi degli occupanti? Siamo stanchi di essere presi in giro con palloni sonda, palloncini, stormi di uccelli che riflettono la luce delle città per giustificare avvistamenti di ufo e di flottiglie di dischi volanti... Attendiamo... ma nel frattempo pensiamo, leggiamo, vediamo, parliamo e ci informiamo... SEMPRE !!!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    06 Agosto 2012 - 20:08

    in realtà chi ha il dominio dello spazio ha il dominio sui satelliti.Svegliaaaaaaa!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gispo

    06 Agosto 2012 - 13:01

    credo che il commento precedente hai capito che mi riferivo a te.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog