Cerca

Balzelli gasati

Il decreto sanità: tassa sulle bibite,
stretta sul fumo e sui videopoker

Il testo del ministro Balduzzi prevede anche nuovi criteri di nomina per i dirigenti delle Asl. Per la palestra servirà un certificato medico

Renato Balduzzi e Mario Monti

Renato Balduzzi e Mario Monti

Tutto pronto per il decreto legge messo a punto dal ministro della Salute, Renato Balduzzi, composto da 27 articoli e che dovrebbe essere presentato al prossimo Consiglio dei ministri, il 31 agosto. Come anticipato, il testo contiene una nuova serie di balzelli, tra cui le tasse ad hoc sulle bevande alcoliche e su quelle zuccherate (secondo il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, si tratta di una "tassa demenziale che bocceremo", poiché "per tutelare le fasce più deboli bisogna agire in modo molto più serio"). Inoltre, il decreto contiene nuovi criteri per la nomina dei direttori della aziende sanitarie, multe pesantissime per chi vende sigarette ai minori, nuovi criteri per la nomina dei direttori delle aziende sanitarie e una stretta sui videopoker. Il ministro Balduzzi, a TgCom24, ha spiegato che "non escludo qualche aggiustamento e limatura alla bozza del decreto" il cui obiettivo "è dare a tutti il senso di una maggiore responsabilizzazione". E ancora: "Dobbiamo far sì che i giovani limitino certe abitudini errate, come certe dipendenze o certe abitudini alimentari sbagliate". Ecco, punto per punto, le novità contenute nel decreto.

Dirigenti Asl - Nella bozza del testo, che però potrebbe essere ancora modificava, viene prevista maggiore trasparenza per le nomine dei direttori generali delle aziende e degli enti del Servizio sanitario nazionale. Nel dettaglio saranno le Regioni a prevedere le nomine "garantendo adeguate misure di pubblicità dei bandi, delle nomine e dei curricula, di trasparenza nella valutazione degli aspiranti" che dovranno avere "un diploma di laurea magistrale e adeguata esperienza dirigenziale, almeno quinquennale nel campo delle strutture sanitarie e settennale negli altri settori, con autonomia gestionale e con diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche o finanziarie". L'età anagrafica non dovrà superare i 65 anni al momento della nomina.

Multe ai tabacchi - Stretta su chi vende sigarette ai minori di 18 anni: le multe potranno arrivare a mille euro, o a 2mila euro in caso di recidiva (in questo caso viene prevista anche la sospensione per tre mesi della licenza all'esercizio in attività. I rivenditori avranno "l'obbligo di chiedere all'acquirente, all'atto dell'acquisto, l'esibizione di un documento di identità, tranne nei casi in cui la maggiore età dell'acquirente sia manifesta". Entro 18 mesi dall'entrata a regime del testo, "i distributori automatici per la vendita al pubblico di prodotti del tabacco (...) devono essere dotati di un sistema automatico di rilevamento dell'età anagrafica dell'acquirente. Sono considerati idonei i sistemi di lettura automatica dei documenti anagrafici rilasciati dalla Pubblica amministrazione".

Tassa sulle bibite - Viene confermata l'intenzione del governo, oggetto di aspre polemiche, di introdurre il balzello sulle bibite analcoliche zuccherate e sui superalcolici con zuccheri aggiunti ed edulcoranti. Il testo spiega che "è introdotto per tre anni un contributo straordinario a carico dei produttori di bevande analcoliche con zuccheri aggiunti e con edulcoranti, in ragione di 7,16 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato, nonché a carico di produttori di superalcolici in ragione di 50 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato". Il ricavato sarà destinato "al finanziamento dell'adeguamento dei livelli essenziali di assistenza".

Videopoker al confino - I videogame che inducono alla dipendenza verranno distribuiti con maggiore attenzione. Le macchinette di videopoker, prevede il decreto, dovranno trovarsi in locali lontani dalle scuole almeno 500 metri. Il dl recita: "Gli apparecchi idonei al gioco d'azzardo non possono essere installati all'interno ovvero in un raggio di 500 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado centri giovanili o altri istituti frequentati principalmente da giovani, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio assistenziale, luoghi di culto. Ulteriori limitazioni possono essere stabilite con decreto del ministero dell'interno, di concerto con il ministero dell'economia e delle finanze e con il ministero della salute".

Malattie rare - Verranno aggiornati i Livelli essenziali di assistenza (Lea) per quel che riguarda le "persone affette da malattie croniche, da malattie rare, nonché da dipendenza da gioco d'azzardo patologico". Nella bozza del testo viene spiegato che ciò avviene "al fine di assicurare il bisogno di salute, l'equità nell'accesso all'assistenza, la qualità delle cure e la loro appropriatezza riguardo alle specifiche esigenze".

Palestra e certificato medico - Novità anche per chi vuole iscriversi in palestra o in piscina: occorrerà infatti un certificato di sana e robusta costituzione più dettagliato. In sostanza non sarà sufficiente farsi visitare dal proprio medico di famiglia, come accade ora, ma occorrerà recarsi da un medico sportivo. "Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un'attività non agonistica o amatoriale - spiega il decreto - il ministero della Salute (...) dispone idonee garanzie sanitarie mediante l'obbligo di certificazione specialistica medico-sportiva".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • otsige

    29 Agosto 2012 - 16:04

    Stessa flemma stesso modo di fare... Solo che Prodi e' totalmente incapace e demente, e il suo passato da dirigente lo dimostra. dove ha messo mano ha fallito (vedi l'euro). Questo invece solo contabilita' e teoria; non conosce il campo ma solo la cattedra, capace solo di far tornare dei numeri senza capire chi colpisce sparando nel mucchio, amico delle agenzie di rating. Un verdurario con la presunzione, lui e quello che lo ha incaricato, di sistemare dei conti, senza pensare che mai nessuno li potra' pagare, a patto di cominciare proprio da loro, ad esempio :l'auto di rappresentanza : panda blu a metano, costa poco e non inquina! Se ci togliete anche i vizi cosa rimane ?, branco di drogati,negligenti, condannati e ma non reclusi, mafiosi, corrotti, comprati, assenteisti, mangiapane a tradimento, rubasoldi, puttanieri (e quelli di roma ladrona?).... ecc. ecc. ville a montecarlo, vacanze a orbetello. Almeno un po di pudore, pensate a quelli che non riesono a pagare le bollette.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    29 Agosto 2012 - 04:04

    abbaiato ragliato...Lo hanno fatto tanto che alla fine il "ghe pensi mi"democratocamente eletto,è stato sostituito dal"Ghe pensiamo noi"..Ricordatevi dei tre asinelli quando andrete al seggio elettorale.

    Report

    Rispondi

  • Vigar

    28 Agosto 2012 - 17:05

    Visto il livello della nostra classe politica, abbiamo scelto di dare il Paese in mano a una banda di imbecilli, tutti d'accordo! Per favore non ci lamentiamo più!

    Report

    Rispondi

  • AG485151

    28 Agosto 2012 - 15:03

    se queste tasse sono DEMENZIALI , ed è così , le altre COSA SONO ? VANNO BENE ? L'imu - che mangia la 13a - , le accise , e via dicendo ? Tutto per continuare a mantenere un sistema politico/amministrativo/burocratico pubblico che si mangia ogni cosa con sprechi che gridano vendetta . Tagliare non se ne parla . E voi dove siete stati fino ad ora ? A DEMENZIARE , OVVIAMENTE. IO NON FAREI IL SEGRETARIO DEI DEMENZIANTI .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog