Cerca

Triste destino

Copenaghen, la giraffa Marius data in pasto ai leoni

Orrore allo zoo di Copenaghen: Marius viene ucciso con un colpo di pistola alla tempia. Poi lo show macabro in favore dei più piccoli

Copenaghen, la giraffa Marius data in pasto ai leoni
Non c'è stato nulla da fare per salvare la giraffa Marius. La storia di quest'animale è finita nel peggior modo possibile. A nulla sono valse la raccolta di firme online, le offerte di adozione e le molte mobilitazioni degli animalisti. Nessuno è riuscito a sottrarre il cucciolo dal suo triste, terribile, macabro destino. La sua vita è stata tragicamente interrotta, dopo solo 18 mesi dalla sua nascita. Ieri mattina, domenica 9 febbraio, Marius è stato giustiziato a Copenaghen con un colpo di pistola alla testa. I gestori dello zoo hanno deciso di ucciderlo per motivi di sovraffollamento. Il quotidiano Indipendent rivela che la scelta è stata presa per impedire al giovane esemplare di riprodursi, nel rispetto di una normativa promossa dall'associazione degli zoo europei. 


L'orrore nell'orrore - La sua morte si è trasformata in un raccaprricciante spettacolo, offerto ai visitatori del parco zoologico.  Adulti, e soprattutto i loro bambini hanno potuto assistere in diretta all'autopsia del suo corpo che, poco dopo. è stato dato in pasto ai leoni. "Sarebbe stato assolutamente sciocco gettare via qualche centinaio di chili di carne", ha commentato il direttore scientifico della struttura Bengt Holst. I media danesi hanno documentato lo sbranamento, filmandone ogni istante. Intanto, si moltiplicano le polemiche intorno alla decisione presa dai gestori dello zoo. Holst, dal canto suo, si difende: "Ci dicono che avremmo potuto riportarlo in Africa ma quella sarebbe stata una scelta crudele. Non si può utilizzare la natura come un bidone della spazzatura e Marius non averbbe potuto sopravvivere a un tale cambiamento climatico". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Talaone

    11 Febbraio 2014 - 11:11

    Non mi piacciono le gabbie degli zoo e neppure quelle per i volatili e gli altri animaletti. Però mi chiedo: Avrebbero dovuto dare in pasto ai leoni una giraffa viva oppure convincerli a diventare vegetariani? Oppure ucciderla lentamente per dissanguamento, come si usa nelle macellerie islamiche ed ebraiche anche in Italia? Oppure al posto di una giraffa meglio tanti suini? Oppure, come in Asia ed Oceania, anziché una giraffa che i leoni conoscono bene, meglio stupirli con carne di canidi che sono meno intelligenti dei suini? Oppure sarebbe stato meglio fare tutto di nascosto, perché nessuno sappia qual è l’ingrediente delle crocchette per gatti?

    Report

    Rispondi

  • mab

    10 Febbraio 2014 - 18:06

    l'azione lo dice, sono degli schifosi ai quali auguriamo di fare la stessa fine.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    10 Febbraio 2014 - 16:04

    Gli Italiani sono sempre sotto accusa di qualcosa dai soloni europei che di nefandezze ne combinano di ogni sorta, ma loro guardano solo le nostre. Vi rammento la fine di Bruno, l'orso che è malauguratamente espatriato in Germania e lì fatto secco con l'avallo di tutti, autorità del land ed ambientalisti, lo stesso hanno fatto con un altro orso e sembra anche con dei lupi in Svizzera nel Grigioni, che poi se tu Italiano gli tocchi uno scoiattolo ti portano in prigione e paghi una multa salatissima. Lo steso succede con gli extracomunitari, loro non li vogliono ma se l'Italia si permette di rimandarli al paesello, apriti cielo, diventiamo razzisti..noi.

    Report

    Rispondi

  • rdygua

    10 Febbraio 2014 - 14:02

    E poi dicono di essere un paese civile. Che esempio volevano dare alla loro nazione ed ai bambini presenti ? Era così difficile darla ad un altro zooo più semplicemente lasciarla libera in quello che dovrebbe essere il suo habitat naturale ? VERGOGNA!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog