Cerca

Sport

Circo: uno sport completo

Tante le scuole circensi per i più piccoli

I bambini imparano a esprimersi con il corpo e a sviluppare la loro creatività
0
Bambini e circo
I bambini imparano a esprimersi con il corpo e a sviluppare la loro creatività

Le scuole di piccolo circo rappresentano una realtà radicata nel territorio e il numero di praticanti è in costante aumento. Camminare su una corda, dondolarsi su un anello, fare acrobazie, lanciare clave e palline è un divertimento, ma anche una pratica sportiva che fa bene. I bambini imparano ad esprimersi al meglio col proprio corpo, a migliorare l’autostima, a sviluppare la propria creatività in modo libero.

L’acrobatica, l’equilibrismo, le discipline aeree e la giocoleria si apprendono con gradualità e lentezza e l’età in cui si comincia a fare sul serio è fra i 7 e i 10 anni. Ci si allena insieme, relazionandosi agli altri, si collabora chiedendo a chi ne sa di più, senza presunzione. Le lezioni si suddividono in una prima parte di riscaldamento e preparazione fisica, al fine di evitare traumi o lesioni, in una fase di lavoro tecnico sulle discipline circensi e in un momento finale dedicato all’allungamento. Il prezzo di un corso annuale va in linea di massima dai 50 agli 80 euro mensili.

Il circo può rappresentare un valido aiuto contro il disagio sociale; relazionarsi e interagire con gli altri attraverso il linguaggio circense per sviluppare l’autostima e contrastare l’emarginazione. Il circo terapeutico non volta le spalle a nessuno e interviene su tutte le situazioni di disagio (fisico, psichico, sociale, familiare ecc.), affrontandole con la collaborazione di medici e terapeuti.

Ecco alcune realtà del settore:

Parada Italia: L’associazione nasce in seguito a un incontro fatale, quello avvenuto sedici anni fa tra il clown algerino Miloud Oukil e i ragazzi di strada di Bucarest. Da allora, questi ragazzi ‘difficili’ apprendono le discipline circensi in Romania e propongono show in giro per l’Europa, ospiti di gruppi di famiglie che si autocostituiscono.

Teatro C’art : Centro di ricerca e studi sull’educazione infantile che ha messo a punto il metodo Educazione comico-relazionale, in base al quale la figura del clown come Stupido comunicativo è spesso capace di avvicinarsi al mondo infantile senza alterarne l’equilibrio.

Scuola di piccolo circo corsaro
: Alla base del progetto, l’idea di fare circo tutti insieme, italiani e rom, imparando il rispetto delle regole e degli altri.

Uniti per crescere insieme: Onlus che propone percorsi socio assistenziali e socio educativi utilizzando come strumenti principali la clownterapia, il teatro sociale e il circo sociale.

Infine ricordiamo che si svolge ogni anno durante i mesi estivi nei pressi di Torino un Festival Internazionale del circo che coinvolge varie scuole di circo sparse per il mondo. Organizzato dalla Scuola di Cirko Vertigo è un evento molto interessante per gli amanti del genere, di sicuro impatto per i bambini.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media