Cerca

Standard&Poor's

Spagna declassata, Borse in calo

Il rischio è che Madrid sia costretta ad innalzare l’ammontare del suo debito pubblico

 

L’agenzia di rating Standard&Poor's ha declassato di nuovo il debito sovrano della Spagna di due gradini a BBB+, per il rischio che Madrid sia costretta ad innalzare l’ammontare del suo debito pubblico e debba sostenere le banche iberiche. 

Peggioramento in vista - Il precedente voto di Standard & Poor's sul debito spagnolo era A. L’agenzia ha anche modificato l’outlook in negativo perché ci sono "rischi significativi" che la posizione fiscale di Madrid possa peggiorare ulteriormente esponendo il Paese a nuovi tagli del rating. S&P prevede poi una contrazione dell’economia spagnola dell’1,5% per il 2012 invece della leggera crescita stimata in precedenza. Nel 2013, per l’agenzia Usa, il Pil iberico calerà di un ulteriore 0,5%. 

L'occupazione - Nuova doccia fredda per la Spagna dopo il downgrade da parte di Standard & Poor's: il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 24,44% nel mese di marzo, il massimo dal 1996, l’anno in cui sono cominciate le serie statistiche. Il numero di spagnoli senza lavoro è salito a quota 5 milioni e 639mila. Preoccupazione in Europa.

La reazione in Borsa nevitabilmente la decisione dell'agenzia di rating ha avuto ripercussioni negative sulle Borse europee: a indossare la maglia nera è quindi ancora Madrid, giù dell’1,59% con l’Ibex che scende a quota 7mila e si attesta a 6.9151 punti. Non aiuta il morale degli investitori il peggioramento della fiducia dei consumatori tedeschi certificato dall’istituto Gfk. Segnali preoccupanti anche dalla Francia, dove la spesa per consumi ha accusato un calo superiore alle aspettative.   Il Dax di Francoforte cede l’1% a 6.672,15 punti, il Cac 40 di Parigi segna -1,18% a 3.191,28 punti, l’Ftse 100 di Londra arretra dello 0,55% a 5.716,94 punti, l’Ftse Mib di Milano scivola dell’1,23% a 14.326,77 punti.

Spread sopra 400 - Il declassamento della Spagna da parte di Standard & Poor's aggrava le tensioni sul mercato dei titoli di Stato. Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti in apertura sale a 410 punti, per un tasso del 5,74%. Il differenziale calcolato sui Bonos spagnoli avanza a 433 punti per un rendimento del 5,97%.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog