Cerca

Ferrari

Luca di Montezemolo ancora umiliato da Sergio Marchionne: ecco cos'è accaduto tra i due

Luca di Montezemolo ancora umiliato da Sergio Marchionne: ecco cos'è accaduto tra i due

La guerra tra Luca Cordero di Montezemolo e Sergio Marchionne continua. Dopo essere stato silurato dalla guida della Ferrari, all'indomani del disastroso weekend monzese, Montezemolo ha subito una nuova umiliazione da parte del nuovo presidente della scuderia di Maranello.

Il caso - Due giorni fa, infatti, dopo settimane di movimenti e trattative sotto banco, Montezemolo era pronto ad annunciare, con un comunicato stampa, di essere diventato il nuovo presidente della F1 Group, la società che detiene i diritti del Circus e di cui Bernie Ecclestone è stato nominato amministratore delegato. Tutto era pronto, intorno a mezzogiorno: poi è arrivato il clamoroso stop, che secondo Repubblica (che riprende fonti inglesi e tedesche), è da imputare proprio a Marchionne. L'amministratore delegato di Fca si è opposto alla nomina di Montezemolo: la Ferrari non vuole più dare ruolo e potere ad un manager con oltre vent'anni di esperienza, ma soprattutto ritenuto non più amico. Da Maranello la notizia non viene commentata, mentre Ecclestone ha scelto di ridimensionare il ruolo di Montezemolo, che si è accontentato di un ruolo non esecutivo nel consiglio d'amministrazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlooliani

    21 Dicembre 2014 - 08:08

    E basta con questo parassita di Montezemolo! Presidente di qua, presidente di là, ma non fa mai un tubo. Dpo avere sottratto 27 milioni di euro alla Ferrari, devono anche considerarlo amico? Parassita e ladro!

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    21 Dicembre 2014 - 01:01

    Mi pare che uno sconosciuto nel mondo della F! come Marchionne, stia dettando legge in un mondo dove invece Montezemlo è molto più conosciuto di lui; molto strano. Come se l'amministratore delegato di Honda o di Ford interferissero negli affari della F1, verrebbe immediatamente zittito. Cedo che le cose siano un po' diverse, altrimenti sarebbe molto preoccupante.

    Report

    Rispondi

  • realityman17m

    20 Dicembre 2014 - 20:08

    IL SIG. MARCHIONNE , TANTO INTEGERRIMO ED INTELLIGENTE, PERCHE NON SI APPRESTA A RESTITUIRE ALLO STATO ITALIANO I 100 MILIARDI, CHE LO STATO ITALIANO ,QUINDI I CONTRIBUENTI, HANNO DATO ALLA FIAT PER SALVARLA DA PIU FALLIMENTI A CUI ANDAVA INCONTRO. VISTO CHE SI STA PORTANDO LA FIAT IN AMERICA, CHE QUI NON PAGA LE TASSE, E CHE SI VUOL APPROPRIARE PURE DELLA FERRARI. RESTITUISCA IL DENARO ALL'ITALIA

    Report

    Rispondi

blog