Cerca

I nuovi poveri

Avvocati, ingegneri: le professioni che non rendono più

Avvocati, ingegneri: le professioni che non rendono più

Una volta erano benestanti. A sorpresa, invece, tra i nuovi poveri spuntano avvocati, architetti, ingegneri, medici, biologi e psicologi. Secondo quanto scrive Il Messaggero i conti delle casse professionali parlano chiaro. I nuovi poveri, colpiti dalla crisi, sono i professioniati. Oltre 20mila avvocati nel 2012 hanno fatturato zero e quindi risultano del tutto improduttivi. Per quanto riguarda gli architetti e gli ingegneri, il 27% vive in condizioni economiche al di sotto della soglia di povertà e anche chi guadagna ha visto scendere il suo reddito in modo significativo con un calo fino al 6%. Uno psicologo guadagna in media mensilmente 625 euro. I notai, considerati nell'immaginario collettivo, ricchissimi hanno registrato un calo nel fattura di oltre il 50%. Anche loro stritolati dalla crisi. Pesante anche la situazione degli odontoiatri: su 46mila il 12% è disoccupato e quelli che lavorano in strutture complesse guadagnano anche sette euro l'ora. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antcarboni

    27 Dicembre 2014 - 10:10

    Vorrei solo che si smettesse con questa divisione tra stipendiati e non. Ci guadagnano solo sti cornuti che ci governano che mettendoci l'uno contro l'altro possono fare che c--o vogliono di noi.

    Report

    Rispondi

  • niccolostaltari

    24 Dicembre 2014 - 16:04

    18 ore lavoro in un giorno

    Report

    Rispondi

blog