Cerca

Lo scherzetto

Governo di tasse: Iva congelata per 3 mesi, ma aumenta l'acconto Irpef

Per congelare l'Iva per tre mesi aumenta l'acconto Irpef, stanga le sigarette elettroniche e fa pagare di più le imprese. Incassa 2,6 mld, ne servivano 2

Governo di tasse: Iva congelata per 3 mesi, ma aumenta l'acconto Irpef

Iva bloccata e congelata per 3 mesi (se lo sarà fino a dicembre, come vuole Silvio Berlusconi, si vedrà), e pacchetto da 1,5 miliardi per il lavoro. Il CdM vara un blocco di interventi importanti, ma dietro c'è lo scherzetto: per trovare la copertura (di cui l'Unione europea non era convinta) il governo piazza un aumento dell'acconto Irpef al 100%. Quando a novembre dovremo versare l'anticipo dell'acconto sulle persone fisiche, dunque, non si pagherà più solo il 96 per cento. Nel 2011 Mario Monti aveva ridotto l'acconto all'82 per cento. Ma l'Irpef, da sola, non basta. Ecco dunque due finezze da azzeccagarbugli: l'acconto sull'imposta sul reddito delle società è aumentata dal 100 al 101%, cioè con un leggerissimo anticipo delle tasse, mentre aumenta al 110% anche l'acconto dei versamenti di acconto che spettano a aziende e istituti di credito. Infine, e questo era già previsto da molti, arriveranno rincari sulle sigarette elettroniche, su cui graverà un'imposta del 58,5 per cento, mentre agli eserciti verrà richiesta una cauzione a garanzia delle imposte da versare.

La cresta - Una beffa, insomma: per rinviare l'Iva, il premier Letta anticipa le tasse. Qualche calcolo lo ha fatto, subito, la Cgia di Mestre, che sottolinea come le decisioni dell'esecutivo costringono le imprese ed i lavoratori autonomi ad anticipare all'Erario 2,6 miliardi di euro. Una vera a propria stangata. L'importo copre abbondantemente lo slittamento fino a fine anno dell'aumento Iva, che secondo le fonti di governo dovrebbe costare 2 miliardi di euro. Di fatto, Letta anticipa le tasse e ci fa anche una cresta di 600 milioni di euro. Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia, commenta tranchant: "E' una vera e propria beffa. E' vero che si tratta solo di un aumento degli acconti di fine anno che sarà sottratto dai saldi che gli imprenditori pagheranno nel  2014; tuttavia, incrementare dal 99 al 100% l’acconto dell’Irpef, dal 100 al 101% quello dell’Ires e dal 100 al 110% quello dell’Irap contribuirà a peggiorare la situazione finanziaria di artigiani, commercianti, liberi professionisti e piccoli imprenditori che da tempo denunciano a gran voce di non disporre della liquidità necessaria per mantenere in piedi l’attività".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Giugno 2013 - 09:09

    La situazione del momento nasce da crisi diffuse (mondiali)ma l'asprezza, diciamo il 'surplus' é il frutto di politiche economiche di molto tempo addietro.Il governo di cdx non puo' assolutamente dire di non esserne coinvolto perché é il principale responsabile(sempre del surplus).Infatti: la crisi Tremonti e B.l'hanno negata per due anni (altri paesi si preparavano); da 25 anni non ci sono investimenti né pubblici , né privati, quindi l'apparato diventa vetusto e superato: non si vedeva? Percio': chi piange del suo mal, pianga se stesso. Le misure: non si puo' dire che non si lotta all'evasione e alla fuga di capitali all'estero (lo scudo fiscale fu di Berlusconi...che alimento' l'evasione). Ora le tasse: sono per compensare la fesseria di B.che si impegno'a raggiungere il pareggio nel 2013 (gli altri prolungarono il periodo).Il discorso che fate vale se Letta fosse il solo a governare e se si portasse i soldi a casa. Riflettete.Previdi la crisi e lo scrissi su un giornale 15 anni fa

    Report

    Rispondi

  • ARSENIO1941

    27 Giugno 2013 - 12:12

    Ho letto tutti i commenti finora arrivati-sono completamente d'accordo-tutti arrabbiati-tutti descrivono la tragedia dei nostri impreparati politici-nella nostra amministrazione statale si annida una massa enorme di ruba-stipendio, di ruba-diritti, di mensili da capogiro regalati a fannulloni che non portano versamenti di contributi se non virtuali,figurativi se non con partita di giro-Questi tromboni di pecorai al governo non osano drasticamente dimezzare gli stipendi almeno fintanto che le imprese non riescono a riprendersi- No questi incapaci giù con le tasse ai cittadini, giù con le tasse alle aziende anche se ormai quasi tutte stanno morendo. Bisogna essere completamente scemi-Basta è giunta l'ora di passare ai fatti, bisogna scendere in piazza e distrubuire una serie di pedate nel culo a tutti questi ignorantoni proprio per impedire che con la loro insipienza possano perseguire la totale distruzione dell'Italia.Siete tutti fuori di testa.Ragionate solo col culo, solo per voi.-

    Report

    Rispondi

  • vangalesta

    27 Giugno 2013 - 12:12

    ....che gli italiani siano una manica di teste di c.... oramai è assodato. E' arcinoto che i democratici, le tasse ce l'hanno nel DNA e chi li vota non si possono apostrofare diversamente ! Che il pdl si comporti allo stesso modo è aberrante. Questo vuol dire che non c'è distinzione, hanno tutti e due la stessa puzza. Quelli che parlano di senso di responsabilità sono semplicemente degli schifosi ipocriti ! E voi giornalisti, con le vostre lacrime quotidiane, che volete farci sentire vittime perpetue di una politica arrogante e inconcludente evidenziate sempre di più la vostra dipendenza da quei carnefici. Governo tecnico o governo politico non fa differenza, il rusco in cui si cibano è sempre lo stesso. Ci date la possibilità di lasciare commenti forse con la speranza che una volta sfogati rimaniamo contenti di aver mandato a quel paese quello o quell altro. E' come il muro del pianto di Gerusalemme, chi ti ascolta è solo un muro !!!

    Report

    Rispondi

  • ARSENIO1941

    27 Giugno 2013 - 11:11

    Fino a che punto dobbiamo sopportare la stupidità di questi dilettanti:- Le aziende sono allo stremo per mancanza di soldi di liquidità e si bussa sempre e solo alle loro casse per chiedere oltre il 100% di versamento in anticipo delle tasse. ANDATE A CASA BRUTTI STRONZI se non sapete governare.- Piuttosto visto che incassate oltre 15.000,00 euri netti al mese perchè non decretate la sopsensione dei vostri mensili per 6 messi per favorire gli italiani.- Certo per voi nessuna detrazione fintanto che il popolo non vi prenda uno per uno con delle forche a quattro denti nei glutei e vi sollevi da terra ben inforcati.- Siete una massa di terroristi economici pronti solo chiedere..chiedere-... chiedere e mai proporre una diminuzione drastica delle paghe di molti dirigenti incapaci, fannulloni,pressapochisti mantenuti , capaci solo di rubare al popolo Verrà un giorno(mi auguro prestissimo) che il popolo nella sua ribellione ve la farà pagare.-

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog