Cerca

La tragedia

Ucraina, "morto il fotografo italiano"

0
Andrea Rocchelli

Una tragedia: è ormai certa la morte del fotografo italiano colpito sabato a Sloviansk, in Ucraina, la città roccaforte dei filorussi circondata dalle forze armate di Kiev su una linea del fronte a Sud della città. La vittima si chiama Andy Rocchelli. La notizia è stata confermata anche dalla Farnesina. Su Twitter, un collega reporter, ha scritto: "Il numero di Andy Rocchelli ha risposto oggi, hanno detto in russo che hanno trovato il suo cadavere e le sue cose". La reporter, contattata dal sito Corriere.it, ha confermato: "Ho chiamato io il suo numero e mi ha detto questo un tizio che ha risposto". Le notizie sulla sorte di Rocchelli avevano iniziato a circolare sabato sera: prima era stata riferita la sua morte, poi si parlava di un grave ferimento, mentre ora sembra definitiva la versione più tragica di questa vicenda.

La dinamica - Trentenne di Piacenza, Andrea Rocchelli, detto Andy, è uno dei fondatori del collettivo fotografico Cesuralab, con sede a Pianello Val Tidone, in provincia di Piacenza. Il ferimento sarebbe avvenuto sabato pomeriggio intorno alle 17: sarebbe stato colpito da una granata lanciata dall'esercito ucraino dalla torre della televisione e avrebbe riportato gravi ferite al ventre. I soccorsi, poi, avrebbero tardato a causa degli scontri, molto intensi in quell'area. Successivamente William Roguelon, un fotografo francese che viaggiava con Andy, sarebbe riuscito a raggiungere su un'auto di filorussi l'ospedale locale più vicino, dando l'allarme e fornendo ai mezzi di soccorso istruzioni per raggiungere i suoi compagni di viaggio. La tragedia è avvenuta in contemporanea alle tesissime elezioni presidenziali che si stanno tenendo in Ucraina.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media