Cerca

Minaccia terrorista

Volantino delle Br a Il Giornale: colpiremo il Pdl, è la nuova Dc

Le Brigate Rosse si fanno sentire: Brindisi provocazione dello stato fascista. Pagheranno i poteri politici ed economici. Manganelli: "Il vero allarme sono gli anarchici"

Il volantino delle Br arrivato in redazione a Il Giornale

Le nuove Brigate Rosse tornano a farsi sentire. Volantini con la stella a cinque punte sono stati recapitati nel primo pomeriggio alla sede del Giornale, in via Negri a Milano. Nel volantino il gruppo eversivo d'ispirazione comunista avverte: "Colpiremo i leader politici", Pdl in prima fila. Quella annunciata è una vera e propria guerra per la fantomatica rivoluzione proletaria. L'obiettivo dei presunti brigatisti sarebbe "liberare i compagni prigionieri nel lager di stato", "colpire i maggiori rappresentanti dei partiti di regime e i loro soci", attaccare Confindustria e i loro "servi giornalisti". 

Al centro dell'attacco delle nuove Brigate Rosse per il comunismo ci sono dunque potere politico ed economico, con il Popolo della Libertà nel mirino in quanto "è divenuto la nuova Dc. E' per loro giunto il momento di pagare per ciò che hanno fatto". E non manca il riferimento alla stretta attualità: "La strage di Brindisi, come Piazza Fontana nel '69, è stata un'ovvia provocazione dello stato fascista per placare la rabbia delle masse con la paura". In mattinata il capo della Polizia Antonio Manganelli aveva avvertito che la vera minaccia eversiva per l'Italia non arriva tanto dalle Br o dai nuclei terroristi internazionali quanto dai gruppi anarco-insurrezionalisti he si riconoscono nel Fai.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mab

    28 Maggio 2012 - 10:10

    Ormai il motto è arraffa dove e quanto puoi che ai poveracci ci pensiamo poi.

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    26 Maggio 2012 - 22:10

    Non mi risulta che i terroristi non abbiano mai toccato la sinistra, si rilegga la storia degli anni di piombo. D'accordo che stanno approfittando del momento,ma non sono d'accordo sul fatto che siano disorganizzati, purtroppo, temo veramente che quegli anni terribili possano tornare e, questa volta, non troveranno più un paese compatto ad opporsi loro, ma disgregato, sfiduciato e facilmente influenzabile. Per le minacce al PDL, però, mi domando che senso abbia averle fatte ad una entità politica praticamente ormai inesistente, tanto che mi è venuto il sospetto che sia una montatura.

    Report

    Rispondi

  • uliclin

    26 Maggio 2012 - 08:08

    meglio gridare al terrorismo! Ma a me non fa paura, specialmente se si limita solo a colpire la casta salassatrice, senza uccidere! Mi fa più paura la strage continuata dei morti per suicidio da disperazione!

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    26 Maggio 2012 - 05:05

    La paura fa 90 terrorismo contro l'assenteismo delle urne tanto non ci va nessuno a votare. BR ma vaffanculo w l'intercettazioni sti falliti li prenderanno andate a lavorare se no dategli l'ergastolo senza condizionale e rimettete i vecchi terroristi in galera e fateli morire in galera come Tanzi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog