Cerca

Messaggi cifrati

Il Corsera avverte Silvio:
guardati da oche giulive
e camerieri anti-Monti

Via Solferino attacca: "Il premier non è di sinistra, il Pdl non può lasciarlo a Bersani". Non si fanno nomi, ma i riferimenti sono chiari: Santanchè e Cerchio Magico di Berlusconi

Mario Monti e Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi circondato da "camerieri e oche giulive". Definizione dura, quasi sprezzante, specialmente se a lanciarla è un moderato conservatore come Ernesto Galli Della Loggia, dalla prima pagina del Corriere della Sera. L'avvertimento al Cavaliere è chiaro: non deve lasciarsi condizionare dai (troppi) cattivi consiglieri (non si fanno nomi, ma i riferimenti a Daniela Santanchè, Vittorio Sgarbi e Cerchio Magico di Silvio sono abbastanza scoperti) e si riprenda quello che deve tenere 'in casa', cioè Mario Monti. Il premier è di sinistra? Assolutamente no. Di destra? Forse, sicuramente di una "destra storica", sottolinea Galli Della Loggia richiamandosi al suo "tono sommesso ma perentorio", "confidenza anche lessicale e sintattica con le buone maniere", una "certa esibita sprezzatura verso tutto ciò che sa troppo di popolare". Insomma, quasi tutto quello che Berlusconi e i suoi hanno spesso criticato e evitato di imitare. Però, continua il professore ed editorialista del Corsera, è assurdo che Berlusconi consideri Monti un "nemico" e che se lo lasci sfilare da D'Alema e Bersani. L'attacco del Corriere ai pidiellini, "populisti alla deriva", è pesante ma nasconde un fondo di verità: Monti basa la sua politica sul "principio di realtà", senza troppe preoccupazioni sociali. Va per la sua strada, come sul taglio degli statali e la spending review (ammesso che partiti e sindacalisti non facciano le barricate o preparino trappole), fa quel che si deve fare per salvare la baracca. Non sarà una rivoluzione liberale, ma forse è l'unica via possibile. 

Le contromosse del Cav - Bersani, un po' imbarazzato, ha smentito nelle scorse ore la volontà di arruolare Monti nel Pd creando così quel polo tecnico-politico tanto caro a Pierferdinando Casini. Ma è innegabile che proprio intorno al premier e al suo governo di professori si stia creando un progetto politico rischioso per il centrodestra, con la nascita in embrione di un centro-sinistra sempre più sbilanciato al centro. "Se lo tolgano dalla testa, se Monti vuole fare il Cavallo di Troia dei compagni a Palazzo Chigi noi gli stacchiamo la spina subito e si va al voto", ha detto Berlusconi ai suoi nel vertice di martedì sera a Palazzo Grazioli. Occorrono contromosse. Anche perché, come sottolinea Barbara Romano su Libero in edicola oggi, mercoledì 4 luglio, nel 2013 quell'asse Monti-Bersani-Casini rischia di sparigliare. Bocciato il presidenzialismo, con la Commissione del Senato che ha detto no all'elezione diretta del Capo dello Stato, occorre rivedere il sistema elettorale. Pollice su per il cosiddetto Provincellum, sistema identico a quello per le elezioni provinciali, su cui avrebbero trovato un'intesa anche Alfano e, guarda un po', Bersani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino-DePedis

    07 Luglio 2012 - 19:07

    caro mio, se la gente addita chi ha un processo prima che questo sia finito fa parte della nostra maleducazione e idiozia. ma i politici per aumentare l'efficenza della giustizia cosa ha fatto? nulla, e silvietto meno che nulla. ha fatto leggi per difendersi dai processi e non nei processi, fra i vali leggittimi impedimentim prescrizione ecc ecc. tutte cose, caro mio, che ne io ne te potremmo usare per difenderci dai processi come fa lui. ti ricordo, per l'ennesima volta, che nei processi bisogna leggere le motivazioni delle sentenze, e qui spessissimo per silvietto non sono a suo favore, anzi. per quanto ruguarda il fatto che molti politici abusano della loro utorità facendo una sfilza di nefandezze, questo non giustifica belusconi, che era sceso in campo per moralizzare la politica. si sono visti i risultati. belusconi senza politi era fritto, e a prova di questo ci sono leggi ad persona per lui e le sue aziende. in poche parole è peggio degli altri. in galeri chi delinque, tutti.

    Report

    Rispondi

  • Renatino-DePedis

    07 Luglio 2012 - 19:07

    infatti il coglione sei tu. di quali fatti parli e chi li avrebbe esposti? unghiaccialercia? ti sbagli. i fatti loro li travisano, e basta. ma invece di dire sciocchezze si informi. saluti!

    Report

    Rispondi

  • colombinitullo

    07 Luglio 2012 - 18:06

    Egregio signore il fatto di dare del coglione ad un signore che ha esposto dei fatti obbiettivi, espressi per altro il lingua italiana e pacatamente, non depone certo a suo favore anzi............. ma, se a tutto questo aggiungiamo che lei chiama pornonano una persona che in vita sua ha trombato donne che lei neanche si immagina,che ha ottenuto risultati invidiabili in tutti i settori, che ha una intelligenza che presumo per lei inarrivabile debbo trarre l'amara conclusione che se in questa storia c'è un coglione questo non è senz'altro il destinatario della sua missiva; le auguro pertanto una minore acrimonia nei confronti di chi da lei è invidiato e le consiglio una dose massiccia di valium.

    Report

    Rispondi

  • 654321

    07 Luglio 2012 - 10:10

    ..prova a ricordare dov'e'ora il braccio destro del mortadellone! Renatino,prova a ricordare la Melandri,che ha sempre predicato bene e per i più poveri e bisognosi,prova a ricordarti come il santoro ha trattato gli operai,prova a ricordarti di un certo ministro delle finanze con villa a Lampedusa che faceva il giustiziere e chiese il condono all'epoca al governo B,prova a documentarti del come e perche' all'ex proprietario della villa di santoro non fu mai concesso il condono,ma subito dopo la vendita al santo..oro si !prova a ricordarti come mai il Faustino ha nove case e di Pietro pure,prova ad immaginare quanti capi compagni hanno casolari in Maremma,prova ad immaginare che tutti compagni postanti sono benestanti,e quelli no da anni sono sempre gli stessi,prova a pensare che non e' il B il loro tutore! Dici di essere ambidestro, sara'..ma mi Sto arrivando! Che scrivi da mancino! Renatino, capisci che gli interessi sono anni che se li fanno e solo con la politica e non con le impres

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog