Cerca

Ricatti al Colle

Al capo dello Stato: "Ora sa cosa provavo a essere intercettato"

Silvio Berlusconi e Giorgio Napolitano

Berlusconi e Napolitano

Giorgio Napolitano ha definito quella che lo vede coinvolto una "torbida manovra destabilizzante". Si parla delle presunte intercettazioni tra il Capo dello Stato e Mancino, telefonate di cui il settimanale Panorama ha offerto una minuziosa ricostruzione. E poiché Panorama è di Silvio Berlusconi, l'ex premier a cui è stata rovinata vita e carriera politica a suon di intercettazioni, in molti hanno svolto una semplice equazione: c'è il Cavaliere dietro quello che il Quirinale reputa un "durissimo attacco".

Nessuna regia occulta - Berlusconi scaccia indignato le voci, e non può essere smentito. Anche il quotidiano La Stampa, di certo non filo-brelusconiano, spiega con precisione che la regia non è del Cav. Per tre motivi: primo, l'autore dell'articolo che "può essere deinito tutto tranne che un agente del berlusconismo". Secondo, il Cav è stato avvertito dal direttore di Panorama "alle ore 22 di mercoledì, quando ormai il periodico viaggiava verso le edicole". Terzo, Gianni Letta, per l'articolo in questione, era letteralmente "inferocito". Berlusconi, dopo la pubblicazione dell'articolo, ha taciuto. "E che doveva dire?", puntualizzavano i suoi.

Lo sfogo - Il Pdl si divide in due: c'è chi difende con vigore il Capo dello Stato e chi (in primis la pasdaran Daniela Santanchè) accusa Napolitano di aver "sospeso la democrazia". Da parte di Berlusconi, nessuna dichiarazione ufficiale. Ma coi suoi l'ex premier ha parlato, si è sfogato: "Mi dispiace per Napolitano, ovviamente io non c'entro niente con quello che scrivono i miei giornali, dal Giornale a Panorama". Poi però la puntualizzazione: "Anche Napolitano si accorgerà che cosa vuol dire stare sulla graticola, essere alla mercè di pm pronti a tutto, essere esposti alla gogna delle intercettazioni. Quando la chiedevo io una legge mi hanno boicottato in tutti i modi, e dal Quirinale non ci hanno aiutati...".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pierfabro

    02 Settembre 2012 - 17:05

    tanto va il napolitano intercettato che si accorge che serve una legge: magari solo per lui!

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    01 Settembre 2012 - 17:05

    .....piu tollerare conflitti tra maffie, non si puo piu tollerare maffia classe "b" ordinaria e mafia clsse "A" ufficiale che occupa abusivamente i palazzi del potere. Se all'improvviso ci svegliamo ci rendiamo conto che l'Italia è quello che è perche siamo tutti uguali!! La mafia ufficiale, ossia La KAsta è l'unica che non piange per la crisi, l'unica a non essere stata toccata dalla crisi. Sveglia italiano per bene, vuoi che questi mafiosi ti tolqano la casa, il pane di bocca, fra qualche mese dovrai parcheggiare per sempre l'auto (caro benzina) mentre le auto blu continueranno a scorazzare a tue spese. A questo punto sara troppo tardi!!!!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    01 Settembre 2012 - 17:05

    Parli di conoscenze giuridiche Costituzionali,parli di furbate di Panorama e non sei in grado di vedere la furbata atomica dei pm di Palermo?C'è qualcosa che non torna con quanto dici.Non ho il desiderio morboso di leggere le intercettazioni,anche perchè,leggerle fuori contesto,provocherebbe solo degli equivoci.Dovresti come minimo,se non sei in grado,informarti sui trucchi usati da certi magistrati piuttosto che tacciare di ignoranza giuridica chi potrebbe tenerti dei corsi accelerati.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    01 Settembre 2012 - 13:01

    Bello il paragone con il pescegatto a proposito del "trota" del blog, questo tipo fa delle incursioni a spot e ne ha per tutti, felice di sguazzare nel fango che solleva, proprio come il pescegatto. Devo però fare un appunto a proposito di questo pesce: non è vero che non sia buono da mangiare, io lo andavo a pescare nei laghetti delle cave e lungo le sponde del Po e ti assicuro che malgrado la bruttezza e le spine, è molto saporito, è anche difficile da pescare, perchè non ingoia l'esca intera come la trota, ma la rosicchia tutto intorno e quando credi di averlo preso ti trovi l'amo pulito. Va beh, una piccola disquisizione sui pesci per cambiare argomenti. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog