Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

Michael Jackson voleva un clone

Michael Jackson voleva un clone

Michael Jackson voleva un clone. Scomparso prematuramente il 25 giugno del 2009, il re del pop avrebbe lasciato in eredità anche un campione......

 

ascolta ora

Radio 105

Il caso

Nuovo scandalo in Lombardia: 40 indagati per rimborsi falsi

Nei guai i capigruppo di Pdl e Lega Paolo Valentini e Stefano Galli

Roberto Formigoni

I capigruppo in Regione Lombardia del Pdl e della Lega Nord, Paolo Valentini e Stefano Galli, sono indagati nell’inchiesta della Procura di Milano in cui viene ipotizzato il reato di peculato e che vede coinvolti una quarantina di consiglieri lombardi. Gli inquirenti avrebbero accertato, da quanto trapela, un utilizzo illecito dei rimborsi regionali da parte dei gruppi consiliari della maggioranza ma anche di Pd, Sel e Udc.

Spese dubbie - L’inchiesta, coordinata dal pm Alfredo Robledo, punta sui rendiconti 2008-2010 relativi ai rimborsi garantiti ai gruppi consiliari del Pdl e della Lega. Secondo l’accusa gli   indagati avrebbero ottenuto rimborsi per spese dubbie. Da indicrezioni si tratterebbe di soldi pubblici pari, secondo l’accusa, a milioni di euro ogni anno. A dare il via alla nuova inchiesta giudiziaria le verifiche sul leghista Davide Boni, ex presidente del Consiglio regionale, e sull'ex assessore del Pdl, Franco Nicoli Cristiani.

Dalla brioche alle munizioni - Cappuccino e brioche con i soldi del partito, pizze d’asporto, ma anche cocktail offerti agli amici, spese per macellerie e agriturismi, senza dimenticare i ristoranti alla moda e pure le munizioni (per 750 euro). E’ un lungo elenco di spese quotidiane quelle che gli uomini della Procura hanno acquisito al Pirellone. C'è chi rientra tra gli "over 100 mila euro", e chi invece ha chiesto di inserire, tra i rimborsi del proprio gruppo politico, spese personali di poche centinaia di euro. 

Il governatore - "Batman non c'è in Lombardia" e l'indagine in corso "è assolutamente diversa" dal Lazio. Così il presidente della Regione Roberto Formigoni ha commentato l'indagine sull'uso illecito dei rimborsi. Il governatore ha voluto fare dei distinguo con il caso scoppiato nel Lazio: "In Lombardia le regole sono molto chiare, nette e del tutto diverse da quelle vigenti in altre Regioni. Credo proprio che i nostri gruppi abbiano rispettato fino in fondo le regole". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ateo39

    15 December 2012 - 18:06

    Mica come gli onestissimi 18000 della Sicilia? ma anche quando FI aveva fatto man bassa di voti ?

    Rispondi

  • eovero

    15 December 2012 - 12:12

    ti sei dimenticato di chiedere quanto sia costata questa importantissima indagine...se sono anni che indagano, penso che la spesa sia di qualche milione di euro...certo che con il sequestro dei cioccolatini e restante della refurtiva,rivendendo il tutto copriamo le spese...e i milioni che sperpera il sud...chi indaga? forse dovremmo chiederlo alla Merkel..

    Rispondi

  • ilsaturato

    15 December 2012 - 10:10

    Certo, non riesco a togliermi il sospetto che sia quantomeno strano che questa importantissima e criticissima indagine appaia ed esploda proprio in questo momento. Altrettanto certo è che sicuramente, quando fioccheranno le condanne e i rimborsi di tutti questi cioccolatini, respireremo un’aria molto più “diversamente onesta” e cancelleremo il debito pubblico dell’Italia…. Ci sarebbe da ridere se non fosse di una tragicità mortale! E questo è solo l’inizio; attacchi atomici e sputtanamenti mediatici accadranno giornalmente a qualsiasi “cosa” che non sia ROSSA fino alle elezioni. Stiamo tutti bene in campana e ricordiamoci tutto!

    Rispondi

  • ilsaturato

    15 December 2012 - 10:10

    Persino degustazioni, cocktail e acquisti di carne in macelleria, oltre a videogiochi, cappuccini e brioche..”. Mentre mi indigno, mi vengono comunque in testa alcuni numeri: PIL Lombardia oltre 320 miliardi di Euro, indebitamento 2,3 miliardi (è stato ridotto del 4,6% nel biennio 2010-2011 con un risultato di gestione positivo per 22 milioni – caso più unico che raro in Italia); PIL Campania circa 95 miliardi di Euro, indebitamento 15 miliardi; PIL Sicilia circa 80 miliardi di Euro, indebitamento 18 miliardi… Certamente era urgente e basilare inseguire i cioccolatini Lombardi, mentre i disastri di bilancio di moltissime altre regioni sono piccole marachelle, i soldi fatti sparire da Penati e soci sono bazzecole! Vuoi mettere le cartucce da caccia del Leghista-razzista e il costosissimo libro placcato oro della Minetti? Vuoi mettere i 3000 dipendenti della regione Lombardia?... Tutti criminali! Mica come gli onestissimi 18000 della Sicilia o i 7500 della Campania…

    Rispondi

Mostra altri commenti

Shopping

blog