Cerca

Sicurezza a tavola

La pasta cento per cento italiana:
ecco perché conviene sceglierla

La pasta cento per cento italiana:ecco perché conviene sceglierla

Come riconoscere la pasta al cento per cento italiana? Non è solo una questione di qualità ma, come spiega il sito Il Fatto Alimentare, acquistare pasta made in Italy significa anche avere un maggior numero di proteine contenute in percentuale. Non è così difficile trovare pasta interamente italiana anche a prezzi contenuti. Come spiega Il Fatto Alimentare, l'unica marca commerciale ampiamente diffusa in tutta Italia ad usare una semola più pregiata è la Voiello. Non è però l'unica marca a farlo in tutto il paese, ecco la lista completa:
- Afeltra
- Alce nero
- ViviVerde e FiorFiore (Coop)
- Felicetti Monograno e Grano duro biologico
- Floriddia
- Gentile Pastificio Gragnano
- Ghigi
- Girolomoni
- Grano Armando
- Dedicato e Linea biologica (Granoro)
- Iris
- Liguori
- Palandri
- Jolly
- Pastificio dei Campi Gragnano
- Sgambaro
- Valle del Grano
- Verrigni

acquistare pasta made in Italy significa anche avere un maggior numero di proteine contenute in percentuale. Non è così difficile trovare pasta interamente italiana anche a prezzi contenuti. Come spiega Il Fatto Alimentare, l'unica marca commerciale ampiamente diffusa in tutta Italia ad usare una semola più pregiata è la Voiello. Non è però l'unica marca a farlo in tutto il paese, ecco la lista completa:
- Afeltra
- Alce nero
- ViviVerde e FiorFiore (Coop)
- Felicetti Monograno e Grano duro biologico
- Floriddia
- Gentile Pastificio Gragnano
- Ghigi
- Girolomoni
- Grano Armando
- Dedicato e Linea biologica (Granoro)
- Iris
- Liguori
- Palandri
- Jolly
- Pastificio dei Campi Gragnano
- Sgambaro
- Valle del Grano
- Verrigni

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tommasocorvelli

    18 Febbraio 2016 - 21:09

    Vi è qualche altro pastificio che dichiara di produrre pasta con solo grano duri di Puglia, ma tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare. Fin tanto che non sarà reso obbligatorio indicare l'origine della materia prima, il grano duro, convinti di acquistare prodotto italiano mettiamo in tavola pasta prodotta con grano canadese, per lò più, ed anche statunitense, sudamericano e nordafricano

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    18 Febbraio 2016 - 18:06

    Il migliore in assoluto è il pastificio Rummo di Benevento...

    Report

    Rispondi

  • Carving

    18 Febbraio 2016 - 16:04

    De Cecco?

    Report

    Rispondi

blog