Cerca

Esami

Maturità, seconda prova: al Classico Quintiliano

Dopo le polemiche sulla traccia d'italiano su Magris, arriva il test che varia in ogni istituto. Allo scientifico è il giorno della matematica

Maturità, seconda prova: al Classico Quintiliano

Al via la seconda prova dell’esame di maturità. Prova che varia a seconda dei licei o istituti. Occhi puntati sulla versione al liceo classico. La seconda prova di latino è decisiva per molti studenti. Al Classico è uscito come autore da tradurre Quintiliano con "Omero, maestro di eloquenza". I tecnici del MIUR hanno scelto "l’Institutio Oratoria, L’istruzione dell’oratore", come testo per la prova del liceo classico. Un trattato scritto tra il 90 e il 96 dopo Cristo, che offre una conoscenza di base dei meccanismi e delle tecniche necessarie a chi deve impegnarsi nell’educazione degli altri. Pedagogia e insegnamenti agli studenti, il richiamo alla "sostanza delle cose", l’essenza pura e vera, ma anche come migliorare e sfruttare la memoria. La versione dovrebbe essere tratta dal Libro 10 dell’institutio oratoria, paragrafo 46 Risorse utili. In totale saranno 491.491 gli studenti alle prese con l‘esame di Maturità 2013. Anche in questo caso avranno sei ore di tempo al massimo per completare le tracce. Al liceo scientifico c'è la prova di matematica, mentre un test su una lingua straniera la prova per il linguistico. Ma ci sarà spazio nei differenti indirizzi anche per pedagogia, disegno geometrico, prospettiva e architettura, economia aziendale, tecnologia delle costruzioni, macchine a fluido, alimenti, psicologia generale. Si potrà ottenere un punteggio massimo di 15 punti, mentre per la sufficienza bisognerà guadagnarsi almeno un dieci. La seconda prova avrà come obiettivo quello di accertare le conoscenze specifiche maturate e apprese dal candidato durante il corso degli studi scelto e frequentato. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    20 Giugno 2013 - 12:12

    Che un bananas non possa essere un unicum indifferenziato con la cultura è di palmare evidenza, ma "il degrado dell'apprendimento scolastico" è talmente grossa che Di Pietro è un Demostene. Bananas ozioso!

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    20 Giugno 2013 - 10:10

    ovvero l'arte dell'oratoria. Ma abbiamo i vari Travaglio, Santoro la Littizzetto, a dimenticavo il grande oratore del momento Grillo che tanti seguaci ha tra i giovani, fino a ieri era di moda Di Pietro L'oratoria classica, l'arte del parlare oggi necessita ma i giovani saranno in gradi di apprenderla visto il degrado dell'apprendimento scolastico a cui assistiamo?

    Report

    Rispondi

blog