Cerca

L'allarme

"Il Vesuvio esploderà, serve prevenire", le parole dell'esperto giapponese

"Gli italiani farebbero bene a premunirsi", continua il professore. I Verdi raccolgono l'allarme

"Il Vesuvio esploderà, serve prevenire", le parole dell'esperto giapponese

Non abbiamo scampo, il Vesuvio esploderà. Questo il concetto base espresso dal più famoso vulcanologo giapponese Nakada Setsuya, in Italia per la XII Conferenza mondiale dei geoparchi di Ascea, in Cilento. "Gli italiani dovrebbero stare molto attenti e premunirsi a una simile evenienza già da ora", ha aggiunto il professore. 

Ma non si sbilancia sui tempi di una presunta esplosione. "Anche se non si puù prevedere quando, è importante ricordare che è un vulcano attivo e non dormiente", dice. Ma sarebbe proprio nell'impossibilità di prevedere un tale evento catastrofico con un certo anticipo il principale problema. I segnali di pericolo, aggiunge Nakada, sarebbero gli sbuffi e i rigonfiamenti, sintomo di movimenti sempre più violenti all'interno del Vesuvio. Poi il vulcanologo spiega che, essendo difficile prevedere un'eruzione, che può avvenire anche nel giro di un'ora, è necessario tenere strettamente sotto controllo la situazione. 

A raccogliere l'allarme sono i Verdi ecologisti: "Tutto il mondo - dichiara il responsabile regionale Francesco Emilio Borrelli alla Repubblica - è preoccupato e lancia allarmi per i vulcani del napoletano. Solo la Protezione Civile nazionale continua a dormire sogni beati rinviando di anno in anno il piano dei Campi Flegrei e non aggiornando quello del Vesuvio. Una condotta a nostro avviso scellerata che pagheranno sicuramente le popolazioni del vesuviano e dei Campi Flegrei. Semplicemente non sappiamo a quale generazione toccherà pagare il conto". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • salvio53

    14 Ottobre 2014 - 09:09

    e basta ora ci avete rotto con questa politica dell'allarmismo facile sono 40 anni che dite esploderà esploderà certo prima o poi succederà e sarà facile dire l'avevo detto ma per ora sono 40 anni che avete creato terrorismo psicologico tra la gente e qualcuno si è pure rovinato per sentirvi corvi del c...zo

    Report

    Rispondi

  • mabo20131938

    16 Gennaio 2014 - 12:12

    Si sa da sempre che il Vesuvio è pericoloso in quanto vulcano del tipo esplosivo, che è soltanto in riposo, ma può riprendere l'attività con poco preavviso. Dobbiamo considerare che sulle sue pendici vivono ed abitano circa 600.000 persone. Soltanto immaginarsi, in caso di emergenza, lo sgombero di queste persone fa venire i brividi. Piuttosto segnalo che esisteva, anni fa, un piano di incentivazione per convincere queste persone ad abbandonare le case sulle pendici e trasferirsi altrove, con abbondanti fondi governativi. Mi risulta che gli abitanti locali avevano "tradotto" il piano in napoletanese, incassando gli incentivi per farsi la seconda casa e continuando a restare lì. Come è logico che succeda in Italia e in Campania in particolare. Viva l'italia.

    Report

    Rispondi

  • pclaudio

    06 Settembre 2013 - 19:07

    Qui c'è da incentivare, altro che!

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    06 Settembre 2013 - 18:06

    e il Vesuvio se la fa sotto, altro che eruzione. Woodcock potrebbe anche emettere una custodia cautelare e chiudere il problema.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog