Cerca

Finti tagli

Comune di Milano, spending-review: "Niente più bottigliette d'acqua per i consiglieri"

I risparmi si aggirano attorno ai 3mila euro annui. Soddisfatto Basilio Rizzo, presidente del consiglio comunale

Giuliano Pisapia

C'è un privilegio che i consiglieri comunali di Milano hannno e che i cittadini milanesi non sopportano. Non, non stiamo parlando dei biglietti che l'amministrazione distribuisce, gratuitamente, a consiglieri, assessori e dirigenti comunali in occasioni di eventi come partite di calcio a San Siro, piece teatrali alla Scala o concerti musicali nei palazzetti sparsi per la città. 

Scandalo bottigliette - Il vero scandalo è quello delle bottigliette d'acqua, a cui da oggi, poveretti, devono rinunciare. Con un'e-mail, dura e perentoria, l'amministrazione ha spiegato loro che "nelle more della definizione degli stanziamenti di bilancio destinati al funzionamento della presidenza è sospesa la fornitura dell'acqua minerale". Con questa forte e decisa azione di spending review, le casse comunali risparmieranno ben 3 mila euro.

La soddisfazione del consiglio - La soddisfazione per un provvedimento che, come noto, i cittadini milanesi reclamano da tempo, è altissima tra i politici. Afferma, entusiasta, Basilio Rizzo, Presidente del consiglio comunale: "Stiamo verificando i conti, ma il mio sogno è ci possa essere da parte di Mm la distribuzione negli uffici del Comune di acqua pubblica, magari anche gassata". Per poi concludere, con l'aria di chi la sa lunga: "In fondo, l'acqua del rubinetto è buona".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piserik

    10 Febbraio 2013 - 12:12

    Io bevo acqua di rubinetto! I politici hanno il gargarozzo più delicato del mio?

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    09 Febbraio 2013 - 18:06

    l'invio di un consistente quantitativo di acqua a titolo gratuito dal Comune di Viterbo,tanto loro non la usano. Perchè sprecarla?

    Report

    Rispondi

blog