Cerca

il caso Sallusti

Napolitano ancora contro i giudici "Fatemi vedere la sentenza"

Il Quirinale esaminerà la condanna dei giudici della Cassazione

Napolitano ancora contro i giudici "Fatemi vedere la sentenza"

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che già qualche giorno fa aveva avvisato i giudici di tenere d'occhio il caso Sallusti, ora vuole vedere la sentenza di condanna a quattordici mesi del direttore de il Giornale. 

Il Colle ha infatti emanato una nota in cui si fa presente che "il presidente esaminerà con attenzione la sentenza adottata oggi dalla quinta sezione penale della corte di Cassazione relativa   alla posizione" di Alessandro Sallusti. Il Capo dello Stato, insomma, vuole vederci chiaro. Bisogna infatti capire perché i giudici non hanno preso in considerazione il riconoscimento delle attenuanti generiche, per esempio, o perché non hanno optato, anziché solo per una pena pecuniaria, per il carcere. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enio rossi

    27 Settembre 2012 - 19:07

    C'è qualcuno (non di sinistra) che pensi che Napolitano non sia stato al corrente fin dall'inizio di quanto sarebbe accaduto? (Ricordate che è l'uomo di Praga)

    Report

    Rispondi

  • fabrizio1955

    27 Settembre 2012 - 13:01

    Un scoop....l'intervento del Presidente della Repubblica che avoca a se il diritto di conoscere i contenuti della sentenza scandalosa emessa dalla magistratura a cui lui stesso fa sempre riferimento in termini di lusinghiero impegno contro le storture del nostro sistema. Proprio il Presidente si risveglia e, memore di tutte le esternazioni fatte in favore di tizio o caio, si produce nell'ennesimo atteggiamento del buon padre di famiglia dedito a dirimere una lite tra fanciulli. Ma caro Presidente non le sarà forse sfuggito l'enorme ritardo con cui ha deciso di far sentire la Sua autorevole voce? Si rende conto che sta intervenendo dopo un giudizio di Cassazione e non dopo un primo grado? Non si è reso conto che questa informativa è sul suo tavolo almeno da quando la cosa è accaduta? Ma i giornali li legge Lei o se li fa leggere da Vendola (visto che la Sua nipotina è addetto stampa del famoso italico Niki)? Non creda così di aver ottenuto l'assoluzione. La Sua è culpa in vigilando.

    Report

    Rispondi

  • sardapiemontese

    27 Settembre 2012 - 12:12

    lei, caro presidente, si è svegliato troppo tardi e, guarda caso, si è accorto che la magistratura non è proprio così difendibile, solo dopo che è toccato a lei. berlusconi è stato massacrato da questi peseudononsocosa, ma a lei, allora, sfuggivano solo dei sorrisini. vuole essere credibile? faccia qualcosa di serio al proposito.....tuteli gli italiani in modo serio e, se del caso, dica quello che avrebbe dovuto dire da molto tempo contro questa supercasta intoccabile che gioca con la vita degli altri come se niente fosse. non le è mancato il coraggio quando ci ha imposto il rigormonti....abbia un sussulto di orgoglio e ci difenda veramente!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    27 Settembre 2012 - 10:10

    basta con lo strapotere di certe toghe, cassazione compresa. ci sono sempre due pesi, due misure. italiani è ora di dire basta!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog