Cerca

Faide e veleni

D'Alema rottama Renzi: Matteo si farà male
Renzi: un energumeno e nemmeno tascabile

D'Alema rottama Renzi: Matteo si farà male
Renzi: un energumeno e nemmeno tascabile

 

E' altissima tensione nel Pd. Un clima arroventato dall'assemblea per le primarie e ancora caldo per la tensione tra Stefano Fassina (che sul Foglio ha scritto di voler rottamare l'agenda Monti) e Enrico Letta (che lo ha bacchettato: dici cose contro la linea del partito). L'ultimo durissimo scontro riguarda Massimo D'Alema e Matteo Renzi e nasce da un retroscena  pubblicato su La Stampa in edicola mercoledì 10 ottobre. in cui D'Alema dice: "Avevo detto a Bersani di valutare  assieme l’ipotesi che io non mi ricandidi al Parlamento. Ma ora no.  Poi, naturalmente, parlerà il partito". E ancora: "Renzi ha sbagliato e continua a sbagliare. Si farà   del male", avrebbe aggiunto poi il presidente del Capasir puntando il dito contro la battaglià del rottamatore. Ma gli attacchi non si fermano qui:  "La settimana scorsa - avrebbe raccontato   D’Alema ai suoi - Renzi è andato a Sulmona, in jet privato da  Ciampino, poi una Mercedes. In camper c'è salito alle porte di  Sulmona, ma quando è arrivato in piazza, tutti ad applaudire il   giovane ribelle che 'altro che auto blu, lui viaggia in camper' Renzi ha sbagliato e continua a sbagliare, si farà del male". 

La smentita Sempre secondo la ricostruzione della Stampa, che è stata smentita dal portavoce di  D’Alema, "la parola 'rottamare non piace proprio per niente",  tanto da smentire di essere stato a sua volta un rottamatore: "non ho   mai spinto - avrebbe detto ai suoi - verso il ricambio per sostituire   qualcuno, per un fatto personale. Dopo Occhetto, il segretario poteva   farlo tranquillamente Veltroni, e in ogni caso, nessuno riempì di   insulti il leader uscente. Quanto a Natta, gli dissi semplicemente  quel che ero stato incaricato di dirgli per conto del partito. Lui, un  dirigente serissimo, capì. E alla fine ci stringemmo in un   abbraccio". 

La reazione "D’Alema ha detto che mi farò male.  E' un linguaggio intimidatorio che non mi piace e che non mi aspettavo  dal presidente del Copasir", ha risposto il sindaco di Firenze, in un  videoforum su Repubblica.it, commentando le parole di D’Alema . Renzi  risponde anche a un’altra accusa mossagli, stando alle ricostruzioni della Stampa, dal numero uno del Copasir: "D’Alema ha detto che a Sulmona la   settimana scorsa ci sono arrivato in jet privato e sono salito in   camper solo alle porte della città? Sì, è vero, l’ho fatto per   motivi di tempo", ma il jet "me lo sono pagato di tasca mia",  puntualizza Renzi dopo aver spiegato di essere "andato al funerale di   Piero Luigi Vigna, un pezzo di storia di Firenze, e non avevo altra   possibilità che fare 40 minuti di volo".  E ribadisce:  Ma "tutte le spese della mia campagna - assicura - sono online e  trasparenti".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • PACCHE

    03 Dicembre 2012 - 16:04

    Il camper di Renzi forse è finto, ma la barca esagerata di D'alema è vera, come è vero che ce lo ritroveremo in qualche ministero se vincerà la sinistra. Ha detto che non si candiderà più, come Veltroni che voleva andare in africa ed è sempre lì, parolai.

    Report

    Rispondi

  • peppino961

    03 Dicembre 2012 - 12:12

    Ora vediamo se il caro Baffetto Vomitino lascia il Trono !!! Non ci credo neanche se lo mette per iscritto, merde come lui promettono e poi fanno l'opposto !!! Come hanno fatto fino a ora, duro riportare il culo su una sedia normale e senza imbottitura !!!!!

    Report

    Rispondi

  • luccj

    12 Ottobre 2012 - 16:04

    su quelle poltrone cè il biadesivo, non riescono a scollarsi !!!!

    Report

    Rispondi

  • fofetto

    11 Ottobre 2012 - 10:10

    Pazienza baffino (che detto per inciso a me incute paura), ma Marchionne no. NO! Lasci perdere la politica e i politici. Faccia il suo lavoro, che in quello è capace. Perchè farsi coinvolgere in un pollaio di galline litigiose. E lasci perdere Della Valle, non gli risponda più.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog