Cerca

Il diktat a Monti

Alfano: "Eliminare l'aumento Iva"

Angelino Alfano

Angelino Alfano

 

Il Pdl si ribella alle tasse di Mario Monti. Lo dice chiaro e tondo il segretario, Angelino Alfano: "Ci sono molte cose da rivedere sulla legge di stabilità e, in primo luogo, bisogna eliminare l'aumento dell’Iva, ha spiegato a margine del 13esimo forum delle Pmi. "Non è possibile - ha aggiunto - che l'aumento dell'Iva mangi quel piccolo beneficio che viene dalla riduzione di un punto dell'Irpef. Inoltre la retroattività è un qualcosa che rompe il patto tra cittadini e Stato, e quindi è per noi inaccettabile".

Le alleanze - Nel suo intervento, il segretario degli Azzurri ha parlato di alleanze politiche, spiegando che però "è tutto molto precoce". A chi lo incalzava chiedendogli di una possibile e ritrovata intesa con la Lega Nord, ha risposto: "Per ora fondiamo la nostra proposta solo su ciò che serve agli italiani e ciò che serve è uno stato meno oppressivo e un fisco più corretto". Poi una battuta sugli avversari, "il centrosinistra" che "fa un passo verso la sinistra. Mi sembra quindi chiaramente un passo che porta quella coalizione sempre più a sinistra".

Appello ai moderati - Poi, nel solco delle ultime dichiarazioni di Silvio Berlusconi, Alfano ha ribadito che "il compito che il Pdl si è dato è di ricostruire un'area che è elettoralmente maggioritaria e che oggi è politicamente divisa. Quest'area dei moderati alternativi alla sinistra  ovviamente non si può fondare solo su un confine geografico, ma sui contenuti. Su questo e in questo obiettivo - ha aggiunto - noi siamo molto impegnati e consapevoli. La questione basilare sarà la politica economica, alternativa a quella della sinistra. Quindi non si tratta di chiacchiere quando si dice un'area alternativa alla sinistra perché questa è guidata dal punto di vista della politica economica dalla Cgil e dalla Fiom, ed è improntata ad una linea chimata tassa e spendi, cioè per spendere di più occorre tassare di più. Noi invece - ha concluso Alfano - riteniamo che l'Italia abbia dei limiti da curare immediatamente come il debito pubblico e la spesa pubblica troppo alti".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • feltroni ve le suona ancora

    13 Ottobre 2012 - 21:09

    ma fammi capire. Sei bananas o grillotto? O sei incazzatosecco e quindi un farlocco!

    Report

    Rispondi

  • Beppe.demilio

    13 Ottobre 2012 - 19:07

    Alfano prima ha lasciato che Monti e Napolitano ci spremessero per bene e adesso che le previsioni di ulteriori stangate sono per il 2013 ha terrore dell'esito del voto e cerca altre strade che non incidano sull'iva.Secondo Alfano quelli che hanno votato PDL ,e non solo loro,sono tutti rincoglioniti e non si sono accorti che tutte le porcate di Monti e Napolitano incidono molto di più dell'aumento previsto dell'iva!Tutte le tasse e la riforma delle pensioni peserano inesorabilmente su pensionati e lavoratori per sempre !Alfano la finisca di fare il galoppino di Berlusconi e Monti e riporti l'Italia alla democrazia che,grazie a Napolitano,è stata fermata contro la volontà degli Italiani! Andiamo al voto e sicuramente gli Italiani sapranno cosa fare!

    Report

    Rispondi

  • INCAZZATONERO69

    13 Ottobre 2012 - 19:07

    E lo hanno deciso anche per mezza europa?Perchè non taci.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    13 Ottobre 2012 - 19:07

    Tutte parole (astratte). Nessuna proposta concreta. Niente IVA..sostituita da? Non si dice, Moderati... ma non una parola sui ladri,,, niente suicidio... Con chi? Boohhh Vai in cerca del quid, Angiolino

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog