Cerca

Il nuovo scenario

Legge elettorale, alleanze, voti:
Alfano è alla prova del "quid"

Per Angelino le primarie sono il meno: la vera sfida da vincere è costruire una colazione capace di tenere insieme la Lega Nord e l'Udc di Casini
Angelino Alfano

Angelino Alfano

 

"«È stata durissima», racconterà alla fine. Angelino Alfano ha discusso per ore con un riluttante Silvio Berlusconi, lo ha messo dinanzi alla gravità della situazione anche ricorrendo a toni inusuali: «O mi dai retta o qui crolla tutto, compresi io e te». Alla fine il Cavaliere ha annunciato lui stesso quelle primarie che avrebbe dovuto convocare Alfano e ha assicurato che non si candiderà: l’unica mossa che tiene unito il partito. Adesso tutti gli oneri e gli onori sono sulle spalle di Angelino. Il quale ringrazia il proprio mentore e si prepara a scalare una montagna", spiega il vicedirettore di Libero, Fausto Carioti, sul quotidiano in edicola oggi. L'addio del Cavaliere apre un nuovo scenario. Per Alfano è la prova del "quid", tra legge elettorale, alleanza e l'imprescindibile verdetto del voto. Per l'ex Guardasigilli le primarie sono il meno: la vera sfida da vincere è costruire una coalizione che sia in grado di tenere insieme la Lega Nord (che ha subito riaperto la porta dopo il passo indietro di Berlsuconi) e l'Udc.

Leggi il commento di Fausto Carioti su Libero in edicola oggi, giovedì 25 ottobre

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    03 Novembre 2012 - 09:09

    Se il quid é davanti o se é dietro non lo si capisce. Davanti é innocuo; dietro lo si prende.

    Report

    Rispondi

  • amberto

    28 Ottobre 2012 - 15:03

    meglio la grinta della Santanchè, mentre invece Angelino " pane vino" ha saputo dare fino ad oggi solo" pane acqua" non ha carisma ne coraggio è un coniglietto calabraghe non va bene per ricuperare voti e ripristinare il Partito elettore PDL indeciso

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    25 Ottobre 2012 - 15:03

    Non ci può essere una prova del quid. Uno ce l'ha o non ce l'ha e Alfano, fino ad ora, non l'ha celato proprio perchè non ce l'ha!

    Report

    Rispondi

  • c.camola

    25 Ottobre 2012 - 15:03

    Il Dot.Alfano è la persona adatta a continuare il lavoro di Berlusconi.Se poi verrà sostenuto dal Prof.Brunetta ottima persona.E un imbocca al lupo PDL.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog